Attila (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Attila
Attila Mina 1979.jpg

Artista Mina
Tipo album Studio
Pubblicazione ottobre 1979
Durata 34 min : 56 s
44 min: 37 s
Dischi 2
Tracce 18 (9 + 9)
Genere Folk
Pop
Etichetta PDU
Note n° catalogo: PLD 7015/16
Mina - cronologia
Album precedente
(1979)
Album successivo
(1980)
« Anche un uomo può sempre avere un'anima, ma non credere che l'userà per capire te...
Anche un uomo può essere dolcissimo, specialmente se al mondo oramai gli resti solo tu... »
(Anche un uomo, testo di Anselmo Genovese e Mike Bongiorno)

Attila, pubblicato nell'ottobre 1979[1], è un doppio album della cantante italiana Mina.

MinaAttila2.jpg

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Come altri lavori di Mina questo album esce nella prima edizione come doppio lp non divisibile, poi nelle successive ristampe, sia su vinile sia su cd, viene diviso e venduto come due album separati con l'aggiunta al titolo di "vol. 1" e "vol. 2", mantenendo comunque le stesse liste tracce dei due dischi originari. La prima ristampa su vinile come album singolo è del 1983. Nella confezione originale doppia, al disco era accluso un poster, riproduzione della foto sul fronte copertina stampata su fondo argento.

In questo album esordisce, appena sedicenne, il figlio Massimiliano Pani come autore di due brani: Sensazioni e Il vento.

Anche un uomo è stata la sigla di chiusura della riedizione del quiz tv Lascia o raddoppia? presentato da Mike Bongiorno, che aggiunge la sua firma nei crediti al brano di Anselmo Genovese, insieme al famoso "signor NO" Ludovico Peregrini.

Don't take your love away, cover di una vecchia canzone di Isaac Hayes, è il brano più lungo inciso da Mina in tutta la sua carriera.

Il brano Un po' di più venne cantato anche da Patty Pravo e incluso nell'album Sì... incoerenza del 1972.

Dei brani Rock and roll star e Anche tu esistono le versioni spagnole dal titolo Estrella del rock e También tù inclusi nell'edizione spagnola di Attila, pubblicato in terra iberica nel 1980.

La copertina dell'album è firmata da Luciano Tallarini, su fotografie di Mauro Balletti rielaborate con l'aerografo da Gianni Ronco. La copertina vince il permio come miglior copertina dell'anno, e viene esposta al museo MoMa di New York.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Disco 1

  1. Tiger Bay – 6:51 (Julie Scott – Beppe Cantarelli)
  2. Ma ci pensi – 4:15 (Nino Romano – Federico Monti Arduini)
  3. Se il mio canto sei tu – 4:24 (Paola Blandi – Beppe Cantarelli)
  4. Non tornerò – 6:31 (Paola Blandi – Beppe Cantarelli)
  5. Che novità – 4:54 (Firmo Rizzini – Danidy [Rudy Meledandri])
  6. Bonne nuit – 3:12 (Andrea Lo VecchioShel Shapiro)
  7. Sensazioni – 4:47 (Valentino Alfano, Massimiliano Pani)
  8. Un po' di più – 3:56 (Sergio Bardotti – Shel Shapiro)
  9. Il vento – 4:56 (Massimiliano Pani, Valentino Alfano)

Disco 2

  1. Don't Take Your Love Away – 9:08 (Lee Hatim – Isaac Hayes)
  2. Rock and Roll Star – 3:32 (Andrea Lo Vecchio – Shel Shapiro)
  3. Fiore amaro – 4:06 (Enrico Riccardi)
  4. Sei metà (feat. Beppe Cantarelli) – 5:21 (Paola Blandi – Beppe Cantarelli)
  5. Anche tu – 4:59 (Cristiano Minellono – Beppe Cantarelli)
  6. Street Angel – 4:47 (Bobby Hart, Bobby Weinstein – Teddy Randazzo)
  7. Che volgarità – 3:44 (Cristiano MalgioglioCorrado Castellari)
  8. Anche un uomo – 4:51 (Mike Bongiorno, Ludovico Peregrini, D. TosiAnselmo Genovese)
  9. Shadow of My Old Road – 4:06 (Firmo Rizzini – Danidy [Rudy Meledandri])

Versioni Tracce[modifica | modifica sorgente]

  • Rock and roll star:
versione in spagnolo Estrella del rock, vedi Mina en español (Album spagnolo del '82)
  • Anche tu:
versione spagnolo También tù, vedi Mina en español (Album spagnolo del '82)

Musicisti[modifica | modifica sorgente]

Artista
Arrangiamenti
  • Rudy Brass - traccia 5 (disco 1) / traccia 9 (disco 1)
  • Beppe Cantarelli - tracce 1, 3, 4, 7, 9 (disco 1) / tracce 4, 5 (disco 2)
  • Giulio Libano - traccia 2 (disco 1)
  • Mike Logan - traccia 3 (disco 2)
  • Massimo Salerno - traccia 6 (disco 2)
  • Shel Shapiro - tracce 6, 8 (disco 1) / tracce 1, 2 (disco 2)
  • Celso Valli - traccia 8 (disco 2)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fonte: "TV Sorrisi e Canzoni" n. 45 dell'11 novembre 1990.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]