Atti di Pilato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli Atti di Pilato sono un apocrifo del Nuovo Testamento relativo a Ponzio Pilato, scritto in greco tra la metà del II secolo e la metà del III secolo. Sebbene sia nato come testo indipendente, a partire dal V secolo è stato accorpato all'apocrifo Vangelo di Nicodemo, di cui costituisce i primi 11 capitoli.

Dato l'avanzato periodo di composizione e lo stile eccessivamente favolistico, l'apocrifo non può essere considerato un fedele resoconto storico, sebbene non si possa escludere che sia una ripresa di precedenti tradizioni orali.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Voce dal sito earlychristianwritings.com
apocrifi Portale Apocrifi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di apocrifi