Attenuazione di spazio libero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In ingegneria delle telecomunicazioni, l'attenuazione di spazio libero (FSPL, free-space path loss) è l'attenuazione della potenza di un segnale elettromagnetico risultante da un percorso in linea di vista attraverso lo spazio libero (di solito l'aria), senza incontrare ostacoli che possano causare riflessioni o diffrazioni.

Formula base[modifica | modifica wikitesto]

Se non si tiene conto di fattori quali i guadagni delle antenne trasmittenti e riceventi, la formula base dell'attenuazione di spazio libero è:[1]

FSPL = \left ( \frac{4\pi d}{\lambda} \right )^2 = \left ( \frac{4\pi d f}{c} \right )^2

dove

Volendo esprimere la formula in decibel:


\begin{align}
\mbox{FSPL(dB)}
  &= 10\log_{10}\left(\left(\frac{4\pi}{c}df\right)^2\right) \\
  &= 20\log_{10}\left(\frac{4\pi}{c}df\right)  \\
  &= 20\log_{10}(d) + 20\log_{10}(f) + 20\log_{10}\left(\frac{4\pi}{c}\right) \\
  &= 20\log_{10}(d) + 20\log_{10}(f) - 147,55
\end{align}

Per le classiche applicazioni radio, è molto comune misurare fin GHz e d in km, per cui l'attenuazione diventa:

FSPL(dB) = 20\log_{10}(d) + 20\log_{10}(f) + 92,45

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Falaschi, cap. 15.3 in Elementi di trasmissione dei segnali e sistemi di telecomunicazione, Roma, Sapienza - Università di Roma, ottobre 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]