Attacco all'ufficio reclutamento di Little Rock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'attacco all'ufficio per il reclutamento militare di Little Rock fu una strage terroristica avvenuta il 1º maggio 2009, ad opera del neoconvertito all'Islam Abdulhakim Mujahid Muhammad, in conseguenza del quale una persona rimase uccisa e un'altra ferita.

Muhammad aprì il fuoco con un fucile d'assalto attuando un attacco in stile jihadista verso i soldati in aspetto all'ufficio per il reclutamento militare di Little Rock (Arkansas). Vittime della sparatoria furono due soldati semplici: William Long, ucciso, e Quinton Ezeagwula, ferito.

Dal suo arresto, Muhammad si è riconosciuto colpevole del fatto, spiegando agli inquirenti che il suo piano consisteva nell'uccidere più personale militare possibile. Nella sua automobile furono trovati una carabina SKS semiautomatica, un fucile Mossberg International 702, due pistole, 562 munizioni e libri militari.

Secondo lo stragista "l'attacco fu giustificato in base alle Leggi Musulmane e la Religione Islamica. I combattenti jihadisti lottano per l'Islam e i musulmani. Sarebbe stato addestrato da Al-Qaida nella penisola arabica. Tornò negli Stati Uniti dopo un soggiorno di 16 mesi nello Yemen. Il caso di Muhammad è stato il primo di due attacchi armati a installazioni militari americane avvenuti da parte di islamici con collegamenti a chierici yemeniti, che hanno provocato turbamento verso il proseguimento delle campagne in Iraq e Afghanistan.[1][2][3][4]

Muhammad è accusato di omicidio, tentato omicidio e altri 10 capi d'accusa per uso improprio di arma. È stata anche riportata la sua potenziale imputazione in 15 reati riferibili ad atti terroristici. Il processo è previsto per iniziare nel febbraio 2011; i procuratori hanno chiesto la pena di morte.[5][1][2][3][6]

Rilevanza del caso[modifica | modifica wikitesto]

La stampa ha fatto notare come quello di Muhammad sia stato solo l'ultimo di una serie di progetti di attentati o attacchi compiuti da persone convertite all'Islam, e la preoccupazione degli esperti in materia di sicurezza nazionale sia proprio la tendenza in atto dei neoterroristi. L'attacco avviene infatti poco più di due settimane dopo il fallito progetto terroristico a due sinagoghe di Riverdale (Bronx) pianificato da 4 uomini convertiti all'Islam durante il loro trascorso in prigione, e da poco scarcerati.[7]

Il New York Times ha chiesto, nel caso venisse confermato che la maggior parte degli americani islamici addestrati da Al-Qaida procedano per lo Yemen, un significativo riesame circa i presunti rapporti tra lo Stato arabo e l'associazione terroristica volti a destabilizzare la sicurezza interna degli Stati Uniti.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c James Dao, Man Claims Terror Ties in Little Rock Shooting in The New York Times, 21 gennaio 2010. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  2. ^ a b Mike Phelan, Mike Mount, and Terry Frieden, Suspect arrested in Arkansas recruiting center shooting, CNN, 1º giugno 2009. URL consultato il 25 marzo 2010.
  3. ^ a b James Dao, A Muslim Son, a Murder Trial and Many Questions (Arkansas;Yemen), The New York Times, 16 febbraio 2010. URL consultato il 23 giugno 2010.
  4. ^ James Dao, Suspect’s Lawyer Outlines Defense in Killing of Soldier in The New York Times, New York Times, 4 giugno 2009. URL consultato il 29 gennaio 2010.
  5. ^ http://services.trb.com/wreg/abdulSWREG09060316200.pdf
  6. ^ Kristina Goetz, Muslim who shot soldier in Arkansas says he wanted to cause more death, Knoxville News Sentinel, 13 novembre 2010. URL consultato il 15 novembre 2010.
  7. ^ Joseph Abrams, Little Rock Shooting Suspect Joins Growing List of Muslim Converts Accused of Targeting U.S, Fox News, 2 giugno 2009. URL consultato il 29 gennaio 2010.