Atmosfera di Tritone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Tritone (astronomia).

Tritone
Triton moon mosaic Voyager 2 (large).jpg
Questo box:  v. · d. · m.
Atmosfera di Tritone
Geyser su Tritone

Tritone con i suoi 2707 km di diametro è il più grande satellite naturale di Nettuno; possiede un'atmosfera che ha origine dall'interno del corpo celeste e si compone prevalentemente di azoto, tracce di metano, tracce di argon e monossido di carbonio,[1][2][3] per uno spessore di circa 800 km;[4] fortissimi venti trasportano particelle di polvere per tutti il globo e nubi sottili alcuni chilometri sorvolano la superficie.

La sua pressione superficiale risulta di 15×10−6 atmosfere, cioè circa 1/70.000 di quella terrestre.[4]

I vulcani di ghiaccio rappresentano strutture interessanti, il materiale che eruttano probabilmente è costituito da azoto liquido, da elementi volatili e composti del metano che provengono dall'interno del satellite; imponenti geyser di cui uno alto 8 km alimentano la struttura dell'atmosfera.

Attualmente Tritone sembra essersi riscaldato in modo significativo: questa scoperta è stata possibile grazie a rilevazioni effettuate dal telescopio spaziale Hubble. Il riscaldamento comporta un aumento della pressione atmosferica che è quasi raddoppiata dal periodo in cui Voyager 2 si era avvicinato; conseguentemente aumentando la temperatura il ghiaccio di azoto si vaporizza e ciò innesca un aumento della stessa pressione atmosferica la quale causa un innalzamento globale della temperatura di 2 °C ( da -236 °C a -234 °C) in nove anni.

Comunque questo aumento di calore di Tritone può derivare anche da cicli stagionali, infatti in questo momento il satellite si trova al culmine dell'estate australe e sta ricevendo una maggiore radiazione solare che riscalda la calotta polare, e che di conseguenza ne muta l'equilibrio climatico. Il colore rosato della calotta polare è dovuto al bianco dell'azoto ghiacciato ed al rosso del metano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Neptune: Moons: Triton in Solar System Exploration. URL consultato il 31 dicembre 2007.
  2. ^ Ron Miller, William K. Hartmann, The Grand Tour: A Traveler's Guide to the Solar System, 3rd, Thailand, Workman Publishing, maggio 2005, pp. 172–73, ISBN 978-0-7611-3547-0.
  3. ^ E. Lellouch, C. de Bergh, B. Sicardy, S. Ferron, and H.-U. K¨aufl, Detection of CO in Triton's atmosphere and the nature of surface-atmosphere interactions in Astronomy & Astrophysics, 2010. http://arXiv:submit/0005361
  4. ^ a b Triton in Voyager. URL consultato il 31 dicembre 2007.

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Atmosfere Atmosfera terrestre
Atmosfera stellare: CromosferaZona di transizioneCorona
Atmosfere di pianeti e pianeti nani: VenereTerraMarteGioveSaturnoUranoNettunoPlutone
Atmosfere dei satelliti naturali: IoEuropaGanimedeCallistoTitanoTritone
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare