Atletica leggera ai Giochi della XXX Olimpiade - Lancio del disco femminile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Lancio del disco femminile
Londra 2012
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Londra
Periodo 3 - 4 agosto 2012
Partecipanti
Podio
Medaglia d'oro Sandra Perković Croazia Croazia
Medaglia d'argento Li Yanfeng Cina Cina
Medaglia di bronzo Yarelis Barrios Cuba Cuba
Edizione precedente e successiva
Pechino 2008 Rio de Janeiro 2016
Atletica leggera ai
Giochi di Londra 2012
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini donne
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Ai Giochi della XXX Olimpiade, la competizione del lancio del disco femminile si è svolta il 3 e il 4 agosto presso lo Stadio Olimpico di Londra.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Campionessa olimpica 2008 64,74 m Stati Uniti Stephanie Brown-Trafton Presente
Campionessa mondiale 2011 66,52 m Cina Li Yanfeng Presente
Campionessa europea 2012 67,62 m Croazia Sandra Perković Presente
Primat. mondiale stag.le[1] 70,69 m (5/7) Russia Dar'ja Piščalnikova Presente

La gara[modifica | modifica wikitesto]

Il miglior lancio di qualificazione appartiene alla cubana Yarelys Barrios con 65,94.

Al primo lancio è in testa la tedesca Nadine Müller (65,71), che però non sa ripetersi nei turni successivi. Al secondo turno la giovane croata (classe 1990) Sandra Perković prende il comando della gara (68,11). Non lo lascerà più fino alla fine. Al turno successivo consolida il suo primato con 69,11.

La seconda in classifica provvisoria, la campionessa mondiale in carica Li Yanfeng, è staccata di 1,89 metri. Segue la cubana Barrios con 66,38. L'alta classifica non subisce ulteriori modifiche fino al quinto salto, quando la russa Dar'ja Piščalnikova sale a 67,56 aggiudicandosi l'argento.

Sandra Perković è la prima campionessa olimpica della Croazia, stato indipendente dal 1991. La campionessa uscente, Stephanie Brown Trafton, finisce settima con 63,01.

L'8 novembre 2012 Dar'ja Piščalnikova viene trovata positiva all'oxandrolone, uno steroide anabolizzante, ad un test antidoping effettuato il 20 maggio.[2] Nel 2013 la Federazione russa di atletica leggera rende nota la squalifica dell'atleta per un periodo di 10 anni; all'atleta vengono annullati tutti i risultati ottenuti dal maggio 2012, compreso il secondo posto ai Giochi olimpici di Londra.[3]

La nuova classifica vede pertanto al secondo posto Li Yanfeng ed al terzo Yarelys Barrios.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos Atleta Paese Risultato Note
Oro Sandra Perković Croazia Croazia 64,58 68,11 69,11 x 66,96 64,03 69,11 Sport records icon RN.svg
Argento Li Yanfeng Cina Cina X 67,22 x x 63,64 x 67,22
Bronzo Yarelis Barrios Spagna Spagna 63,97 66,38 64,84 64,06 x 65,21 66,38
5 Nadine Müller Belgio Belgio 65,71 65,06 x 64,16 64,35 65,94 65,94
6 Mélina Robert-Michon Stati Uniti Stati Uniti d'America 62,23 61,70 62,41 62,66 63,62 63,98 63,98
7 Krishna Poonia Uzbekistan Uzbekistan 62,42 x 61,61 x 63,62 61,31 63,62
8 Stephanie Brown-Trafton Svezia Svezia 63,01 x 59,30 x x 61,89 63,01
9 Zinaida Sendriūtė Francia Francia 61,68 x x - - - 61,68
10 Anna Rüh Russia Russia 59,95 x 61,36 - - - 61,36
11 Ma Xuejun Lituania Lituania 61,02 x 60,72 - - - 61,02
12 Dani Samuels Turchia Turchia 60,40 59,86 57,87 - - - 60,40
Dar'ja Piščalnikova Russia Russia 65,19 62,07 65,06 66,42 67,56 59,13 - Squal.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alla data del 20 luglio 2012.
  2. ^ (EN) Olympian Darya Pishchalnikova suspended over failed drug test, Bbc.co.uk, 8 dicembre 2012. URL consultato il 9 marzo 2013.
  3. ^ Doping: atletica, 10 anni stop a russa in ANSA, 30 aprile 2013. URL consultato il 30 aprile 2013.
atletica leggera Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera