Atletica leggera ai Giochi della XXX Olimpiade - 800 metri piani femminili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
800 metri piani femminili
Londra 2012
Savinova e Poistogova festeggiano dopo la conclusione della gara.
Savinova e Poistogova festeggiano dopo la conclusione della gara.
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Londra
Periodo 8 - 11 agosto 2012
Partecipanti 45 da 35 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Marija Savinova Russia Russia
Medaglia d'argento Caster Semenya Sudafrica Sudafrica
Medaglia di bronzo Ekaterina Poistogova Russia Russia
Edizione precedente e successiva
Pechino 2008 Rio de Janeiro 2016
Atletica leggera ai
Giochi di Londra 2012
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini donne
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Ai Giochi della XXX Olimpiade, la competizione degli 800 metri piani femminili si è svolta dall'8 all'11 agosto presso lo Stadio Olimpico di Londra.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Campionessa olimpica 2008 1'54"87 Kenya Pamela Jelimo Presente
Campionessa mondiale 2011 1'55"87 Russia Marija Savinova Presente
Campionessa europea 2012 1'58"51 Russia Elena Aržakova Presente
Primatista stagionale[1] 1'56"76 (8 luglio) Kenya Pamela Jelimo Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Durante la stagione, una sola atleta ha corso in meno di 1'57”: Pamela Jelimo, la campionessa in carica. Dietro di lei, con tempi inferiori a 1'58”, vi sono: la statunitense Alysia Montaño, un'etiope, la keniota Janeth Jepkosgei e cinque russe. Tra esse spicca Marija Savinova, a campionessa mondiale in carica.

Nelle tre semifinali passano le prime due più i due migliori tempi. Le serie sono tutte combattute: undici atlete corrono in meno di due minuti. La più veloce è la seconda, vinta da Caster Semenya in 1'57”67, che si migliora di un secondo e mezzo rispetto al suo miglior tempo stagionale. La prima delle non qualificate è la marocchina Halima Hachlaf con 1'58”84. Pamela Jelimo e Marija Savinova vincono la rispettiva semifinale.

In finale Alysia Montaño prova a sorprendere le avversarie: passa in 56” ai 400 metri. Al suono della campanella viene superata da Jepkosgei, Jelimo e Savinova. La Semenya invece rimane in fondo al gruppo in posizione di attesa. Ai 500 metri la Jelimo dà un'improvvisa accelerazione e si porta in testa. La keniota è la prima ad apparire sul rettilineo finale, ma a 80 metri dalla fine viene superata dalla Savinova, che va a vincere, e poi dalla Semenya. Negli ultimi metri, la russa Ekaterina Poistogova toglie alla Jelimo anche il bronzo.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Finale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Atleta Paese Tempo Note
Oro Marija Savinova Russia Russia 1'56"19 Record personale stagionale
Argento Caster Semenya Sudafrica Sudafrica 1'57"23 Record personale stagionale
Bronzo Ekaterina Poistogova Russia Russia 1'57"53 Record personale
4 Pamela Jelimo Kenya Kenya 1'57"59
5 Alysia Johnson-Montaño Stati Uniti Stati Uniti d'America 1'57"93
6 Elena Aržakova Russia Russia 1'59"21
7 Francine Niyonsaba Burundi Burundi 1'59"63
8 Janeth Jepkosgei Kenya Kenya 2'00"19

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alla data del 20 luglio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]