Atletica leggera ai Giochi della XXVI Olimpiade - Tiro del giavellotto femminile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Tiro del giavellotto femminile
Atlanta 1996
Informazioni generali
Luogo Centennial Olympic Stadium di Atlanta
Periodo 26 e 27 luglio 1996
Partecipanti 33
Podio
Medaglia d'oro Heli Rantanen Finlandia Finlandia
Medaglia d'argento Louise McPaul Australia Australia
Medaglia di bronzo Trine Hattestad Norvegia Norvegia
Edizione precedente e successiva
Barcellona 1992 Sydney 2000
Atletica leggera ai
Giochi di Atlanta 1996
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 10 km donne
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Il Tiro del giavellotto ha fatto parte del programma femminile di atletica leggera ai Giochi della XXVI Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 26-27 luglio 1996 allo Stadio Olimpico del Centenario di Atlanta.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Campionessa olimpica 1992 68,34 Germania Silke Renk Presente
Campionessa europea 1994 68,00 Norvegia Trine Hattestad Presente
Campionessa mondiale 1995 67,56 Bielorussia Natalya Shikolenko Presente
Primatista stagionale 69,26, 28 giugno Romania Felicia Tirlea Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Il miglior lancio di Qualificazione è di Felicia Tirlea con 66,94. Fallisce l'accesso alla finale la campionessa in carica, Silke Renk, che si ferma a 59,70.
In finale Heli Rantanen indovina un buon lancio già al primo turno: 67,94. Ci si attende la reazione delle avversarie, che invece non arriva. Nessuna supera 64,18 durante i primi tre turni.
L'australiana Louise McPaul approfitta dell'incertezza generale e con un lancio a 65,54 si assicura l'argento. La medaglia di bronzo è di Trine Hattestad; alla sua quarta partecipazione olimpica la norvegese sale finalmente sul podio.
La primatista mondiale stagionale Felicia Tilea non supera i 60 metri (59,94) e si classifica decima. Dietro di lei giunge la campionessa del mondo Natalya Shikolenko che con 58,56 finisce dodicesima e ultima tra le finaliste.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turno eliminatorio[modifica | modifica sorgente]

Qualificazione
62,50 m

Solo tre atlete raggiungono la misura richiesta. Per ottenere il quorum di 12 finaliste vengono aggiunti altri 9 lanci, fino a 60,46 m.

Finale[modifica | modifica sorgente]

Pos Paese Atleta Misura
Gold medal.svg Finlandia Finlandia Heli Rantanen 67,94 m
Silver medal.svg Australia Australia Louise McPaul 65,54 m
Bronze medal.svg Norvegia Norvegia Trine Hattestad 64,98 m
4 Cuba Cuba Isel Lopez 64,68 m
5 Cuba Cuba Xiomara Rivero 64,48 m
6 Germania Germania Karen Forkel 64,18 m
7 Finlandia Finlandia Mikaela Ingberg 61,52 m
8 Cina Cina Li Lei 60,74 m