Atletica leggera ai Giochi della XXVIII Olimpiade - 1500 metri piani maschili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
1500 metri piani maschili
Atene 2004
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Atene
Periodo 20 agosto 2004
24 agosto 2004
Partecipanti 72
Podio
Medaglia d'oro Hicham El Guerrouj Marocco Marocco
Medaglia d'argento Bernard Lagat Kenya Kenya
Medaglia di bronzo Rui Silva Portogallo Portogallo
Edizione precedente e successiva
Sydney 2000 Pechino 2008
Atletica leggera ai
Giochi di Atene 2004
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

I 1500 metri piani hanno fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVIII Olimpiade. La competizione si è svolta dal 20 al 24 agosto allo Stadio Olimpico di Atene. Vi hanno preso parte 72 atleti.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Primatista mondiale 3'26"00 1998 Marocco Hicham El Guerrouj Presente
Campione olimpico 2000 3'32"07 Kenya Noah Ngeny Non Qual.
Campione mondiale 2003 3'31"77 Marocco Hicham El Guerrouj Presente
Primatista mondiale stagionale 3'27"40 Kenya Bernard Lagat Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Tre candidati alle medaglie falliscono l'ingresso in finale: Mehdi Baala, Alan Webb e Rashid Ramzi. Per il favoritissimo Hicham El Guerrouj il compito diventa più facile. L'avversario più pericoloso è il keniota Bernard Lagat.

La finale non è una gara di velocità, ma assomiglia più ad una lotta. El Guerrouj prende la testa della corsa prima degli 800 metri; Lagat si mette nella sua scia, in attesa di un eventuale errore. Sentendolo troppo vicino El Guerrouj infila un giro in 53"28. Non contento, domina senza pietà gli ultimi 400 metri in 51"91. El Guerrouj ha corso gli ultimi 800 metri in 1'45".

Lagat si è tenuto il più possibile vicino al campione marocchino, arrivando al traguardo con un distacco di soli 12 centesimi.

Dopo la delusione di Sydney, il migliore al mondo della specialità (quattro titoli mondiali consecutivi) ha finalmente vinto il titolo olimpico.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turni eliminatori[modifica | modifica sorgente]

3 Batterie 20 agosto 40 partenti Si qualificano i primi 5
+ i 9 migliori tempi.
2 Semifinali 22 agosto 13 + 12 Si qualificano i primi 5
+ i 2 migliori tempi.
Finale 24 agosto 12 concorrenti

Finale[modifica | modifica sorgente]

Stadio olimpico, giovedì 24 agosto, ore 23:40.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Marocco Marocco Hicham El Guerrouj 3'34"18
Silver medal.svg Kenya Kenya Bernard Lagat 3'34"30
Bronze medal.svg Portogallo Portogallo Rui Silva 3'34"68
4 Kenya Kenya Timothy Kiptanui 3'35"61
5 Ucraina Ucraina Ivan Heschko 3'35"82
6 Regno Unito Regno Unito Michael East 3'36"33
7 Spagna Spagna Reyes Estévez 3'36"63
8 Paesi Bassi Paesi Bassi Gert-Jan Liefers 3'37"17