Atletica leggera ai Giochi della XXII Olimpiade - 200 metri piani femminili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
200 metri piani femminili
Mosca 1980
Informazioni generali
Luogo Stadio Lenin di Mosca
Periodo 28-30 luglio 1980
Partecipanti 41
Podio
Medaglia d'oro Bärbel Wöckel Germania Est Germania Est
Medaglia d'argento Natalia Bochina URSS URSS
Medaglia di bronzo Merlene Ottey Giamaica Giamaica
Edizione precedente e successiva
Montréal 1976 Los Angeles 1984
Atletica leggera ai
Giochi di Mosca 1980
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Pentathlon donne

I 200 metri piani hanno fatto parte del programma femminile di atletica leggera ai Giochi della XXII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 28-30 luglio 1980 allo Stadio Lenin di Mosca.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Campionessa olimpica 1976 22"37 Germania Est Bärbel Wöckel Presente
Campionessa europea 1978 22"52 URSS Lyudmila Kondratyeva Presente
Primatista mondiale 21"71 1979 Germania Est Marita Koch Solo 400m

La gara[modifica | modifica sorgente]

La campionessa europea in carica, Ludmila Kondratjeva, si è leggermente infortunata nella vittoriosa finale dei 100 metri e non si presenta ai blocchi. Manca anche la primatista mondiale Marita Koch, che ha deciso di dedicarsi solo ai 400 metri.
Nella prima semifinale vince a sorpresa la giovanissima (20 anni) Merlene Ottey, che prevale in 22”32 sulla favorita Bärbel Wöckel (22”54). La seconda serie è appannaggio di Romy Möller (22”72). Il tempo migliore però l’ha registrato la diciottenne Natalia Bochina nei Quarti: 22”26.
In finale, Bärbel Wöckel parte da una non confortante corsia 1. Corre comunque una buona curva e si presenta sul rettilineo quasi appaiata a Natalia Bochina e a Merlene Ottey. Supera le avversarie di potenza e vince con il nuovo record olimpico. Le due inseguitrici sono appaiate: la Bochina si sporge fino quasi a cadere sul traguardo e prevale sulla Ottey di un solo centesimo.

Bärbel Wöckel è la terza velocista nella storia olimpica a vincere i 200 metri partendo dalla corsia 1. Prima di lei c’erano riuscite solo Fanny Blankers-Koen e Wilma Rudolph.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turni eliminatori[modifica | modifica sorgente]

6 Batterie 28 luglio 41 partenti Si qualificano le prime 3
+ i 6 migliori tempi.
3 Quarti di finale 28 luglio 8 + 8 + 8 Si qualificano le prime 5
+ il miglior tempo.
2 Semifinali 30 luglio 8 + 8 Si qualificano le prime 4.
Finale 30 luglio 8 concorrenti

Finale[modifica | modifica sorgente]

Stadio Lenin, mercoledì 30 luglio.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Germania Est Germania Est Bärbel Wöckel 22”03 Record olimpico
Silver medal.svg URSS URSS Natalia Bochina 22”19
Bronze medal.svg Giamaica Giamaica Merlene Ottey 22”20