Atletica leggera ai Giochi della XXIII Olimpiade - 400 metri piani femminili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
400 metri piani femminili
Los Angeles 1984
Informazioni generali
Luogo «Memorial Coliseum» di Los Angeles
Periodo 4-6 agosto 1984
Partecipanti 28
Podio
Medaglia d'oro Valerie Brisco-Hooks Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia d'argento Chandra Cheeseborough Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Kathy Smallwood Regno Unito Regno Unito
Edizione precedente e successiva
Mosca 1980 Seul 1988
Atletica leggera ai
Giochi di Los Angeles 1984
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
3000 metri donne
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

I 400 metri piani hanno fatto parte del programma femminile di atletica leggera ai Giochi della XXIII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 4-6 agosto 1984 al «Memorial Coliseum» di Los Angeles.

Atlete assenti a causa del boicottaggio[modifica | modifica wikitesto]

Primatista e Campionessa mondiale 47"99 1983 Cecoslovacchia Jarmila Kratochvilova
Campionessa olimpica 48"26 27 luglio Germania Est Marita Koch
Seconda prestazione stagionale 48"73 18 giugno Cecoslovacchia Tatána Kocembová
Prima delle sovietiche 48"98 22 giugno URSS Olga Vladykina

La gara[modifica | modifica wikitesto]

Come nei 200 metri, mancando le "valchirie" della Germania Est, ne approfittano le atlete di casa. I Trials sono stati vinti da Chandra Cheeseborough con 49"28, record nazionale. Dietro di lei Valerie Brisco-Hooks e Lillie Leatherwood.

Come ai Giochi di Mosca, non si disputano i Quarti a causa del numero ridotto delle partecipanti. Ma, a differenza di quattro anni prima, il regolamento non prevede ripescaggi nelle batterie. La tedesca Heike Schulte-Mattler viene eliminata al primo turno nonostante un buon 52"77.
Le americane primeggiano in semifinale, qualificandosi con i tre migliori tempi. Chandra Cheeseborough è leggermente favorita perché ha sempre corso in meno di 51", Valerie Brisco invece ha sempre corso sopra 51".
In finale parte veloce la britannica Kathy Smallwood (corsia 6), che tiene la Cheeseborough come riferimento (corsia 7). La Brisco (corsia 5), che ai 150 metri è un metro dietro l’inglese, ai 250 metri prende la testa della corsa. Entra per prima sulla retta finale davanti alla Cheeseborough (che ha corso fortissimo in curva) e alla Smallwood. Acquisisce un vantaggio di 2 metri sulle inseguitrici, che conserva fino al traguardo. Vince con il nuovo record olimpico.

Tutte le prime quattro hanno stabilito il primato personale. Sono stati battuti i record nazionali dei tre Paesi di appartenenza.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Turni eliminatori[modifica | modifica wikitesto]

4 Batterie 4 agosto 28 partenti Si qualificano le prime 4.
2 Semifinali 5 agosto 8 + 8 Si qualificano le prime 4.
Finale 6 agosto 8 concorrenti

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Stadio «Memorial Coliseum», lunedì 6 agosto.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Stati Uniti Stati Uniti Valerie Brisco-Hooks 48”83 Record olimpico Record nazionale
Silver medal.svg Stati Uniti Stati Uniti Chandra Cheeseborough 49”05 Record personale
Bronze medal.svg Regno Unito Regno Unito Kathy Smallwood 49”42 Record nazionale
4 Canada Canada Marita Payne 49”91 Record nazionale