Atletica leggera ai Giochi della XV Olimpiade - 400 metri ostacoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
400 metri ostacoli
Helsinki 1952
Informazioni generali
Luogo Stadio olimpico di Helsinki
Periodo 20-21 luglio 1952
Partecipanti 40
Podio
Medaglia d'oro Charles Moore Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia d'argento Juri Litujev URSS URSS
Medaglia di bronzo John Holland Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Edizione precedente e successiva
Londra 1948 Melbourne 1956
Atletica leggera ai
Giochi di Helsinki 1952
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini
800 metri uomini
1500 metri uomini
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/80 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini
Prova su strada
Maratona uomini
Marcia
Marcia 10000 m uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prova multipla
Decathlon uomini

La gara[modifica | modifica wikitesto]

L'americano Charles Moore è imbattuto dal 1949. Ai Trials ha vinto in 50"7, diventando il secondo uomo a correre la distanza in meno di 51"[1]. È l'uomo da battere.
Moore dà una prova del suo stato di forma correndo in 50"8 (50"98) al secondo turno, nuovo primato olimpico. Nella sua batteria si qualifica Armando Filiput, terzo.
La prima semifinale è vinta dal sovietico Litujev (51"8), mentre la seconda è appannaggio di Moore in un comodo 52"0. Filiput si qualifica giungendo ancora terzo.
In finale nessuno decide di sorprendere con una partenza all'attacco Moore che, dal terzo ostacolo, applica il suo ritmo e stacca gli avversari. Litujev forza l'andatura cercando di mantenere 13 passi tra ogni ostacolo, mentre Moore applica i consueti 15 appoggi. Facendo leva sulla sua velocità di base, prende il largo e vince di oltre 3 metri.
Armando Filiput si classifica al sesto posto con 54"4.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Turni eliminatori[modifica | modifica wikitesto]

8 Batterie 20 luglio 40 partenti Si qualificano i primi 3.
4 Quarti di finale 20 luglio 6 + 6 + 6 + 6 Si qualificano i primi 3.
2 Semifinali 21 luglio 6 + 6 Si qualificano i primi 3.
Finale 21 luglio 6 concorrenti

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos Paese Atleta Anni Tempo
ufficiale
Tempo
ufficioso
Gold medal.svg Stati Uniti Stati Uniti Charles Moore 1929- 50"8 Record olimpico= 51"06
Silver medal.svg URSS URSS Juri Litujev 51"3 51"51
Bronze medal.svg Nuova Zelanda Nuova Zelanda John Holland 52"2 52"26

Moore concluderà l'annata imbattuto, totalizzando 23 successi consecutivi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il record del mondo è 50"6, stabilito nel lontano 1934 dal connazionale Glenn Hardin, olimpionico a Berlino 1936.