Atletica leggera ai Giochi della XVII Olimpiade - Staffetta 4×100 metri maschile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Atletica leggera
Staffetta 4×100 metri maschile
Roma 1960
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Roma
Periodo 7 e 8 settembre 1960
Partecipanti 19 squadre
Podio
Medaglia d'oro Nazionale Germania Germania
Medaglia d'argento Nazionale URSS URSS
Medaglia di bronzo Nazionale Regno Unito Regno Unito
Edizione precedente e successiva
Melbourne 1956 Tokyo 1964
Atletica leggera ai
Giochi di Roma 1960
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini
800 metri uomini donne
1500 metri uomini
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/80 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini

Risultati[modifica | modifica sorgente]

La Germania stabilisce il nuovo record del mondo in batteria: 39"5.
In finale vincono gli Stati Uniti al ritmo di record del mondo, ma sono squalificati per invasione di corsia. Il titolo va alla seconda classificata, proprio la Germania, che eguaglia il proprio limite mondiale.
L'Italia è giù dal podio per un misero centesimo di secondo. La nazionale ripete il quarto posto di Melbourne 1956.

Pos Paese Atleti T. ufficiale T. ufficioso
Gold medal.svg Germania Germania Bernd Cullmann, Armin Hary
Walter Mahlendorf, Martin Lauer
39"5 Record mondiale= 39”66
Silver medal.svg URSS URSS Gusman Kosanov, Leonid Bartenev
Juri Konovalov, Edvins Ozolin
40”1 40”24
Bronze medal.svg Regno Unito Regno Unito Peter Radford, David Henry Jones
David Hugh Segal, Joseph Whitehead
40”2 40”32
4 Italia Italia Armando Sardi, Pier Giorgio Cazzola
Salvatore Giannone,
Livio Berruti
40”2 40”33

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]