Atelofobia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Atelofobia (in greco ατελής, atelès, "imperfetto, incompleto" e phóbos, "paura") è la paura di non essere abbastanza capaci o di essere imperfetti. L'atelofobia è classificata come un disturbo d'ansia, che influenza le relazioni personali e che si traduce in un costante senso di inadeguatezza. Fa credere che tutto ciò che si fa sia sbagliato.[1]

Come ogni altra ansia o disordine, l'atelofobia può svilupparsi in persone che hanno vissuto eventi drammatici. Di solito questi eventi aumentano l'insicurezza e inducono a incolpare sé stessi del proprio fallimento. Questo disturbo, nella maggior parte degli individui, viene scatenato da traumi o problemi legati al periodo adolescenziale. In altri casi può essere una fonte esterna a convincerli di essere imperfetti e sbagliati. Nell'individuo atelofobico, qualsiasi situazione stressante o angosciosa innesca una paura che porta a un comportamento definito di 'lotta o fuga'.[2]

Sintomi[modifica | modifica wikitesto]

I sintomi dell'atelofobia possono essere mentali, emotivi o psichici. La gravità dei sintomi varia da paziente a paziente. L'atelofobia è un disturbo di origine cerebrale, i problemi nascono nella mente ma è il corpo che reagendo li trasforma in sintomi fisici, ad esempio la sudorazione.

Sintomi mentali[modifica | modifica wikitesto]

  • Difficoltà a pensare altro all'infuori della paura
  • Sentimenti di irrealtà o di essere distaccati da se stessi
  • Paura di svenire
  • Visione pessimistica sul risultato di una situazione ancora non avvenuta
  • Bassa autostima
  • Estrema delusione se non si riesce in qualcosa

Sintomi emotivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Preoccupazione costante sulle attività in programma
  • Una paura esageratamente opprimente
  • Emozioni negative come rabbia, tristezza, senso di colpa e dolore
  • Il desiderio di abbandonare improvvisamente la situazione

Sintomi fisici[modifica | modifica wikitesto]

  • attacchi cardiaci
  • Nausea
  • Attacchi di panico
  • Vertigine
  • Battito cardiaco accelerato
  • Dolori al torace
  • Vampate di calore o di freddo
  • Intorpidimento o formicolio
  • Tremore o agitazione
  • Perdita del respiro
  • Insonnia
  • Aumento della tensione muscolare
  • Secchezza delle fauci
  • Inquietudine costante
  • aumento della necessità di andare in bagno (diarrea etc...)
  • Per diagnosticare un'atelofobia, è importante osservare la reazione del paziente al fallimento.[3][4] Questi sintomi possono portare a suicidio, depressione, disturbi alimentari, schizofrenia e isteria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Segnit, Seymour, Peter Leonard, and Shelley Lucas. "AtelophobiaTreatment & Cure."Treatment & Cure of Atelophobia. What Works. What Doesn't. CTRN, 2003. Web. 25 Feb. 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Psicologia