Atelectasia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'atelectasia di un organo è la sua mancata distensione.

In particolare si parla di atelectasia polmonare, cioè una zona di polmone priva d'aria, che non si espande. L'atelettasia di uno o più lobi del polmone è la scomparsa di aria dagli alveoli con conseguente compattamento del parenchima dovuto a retrazione. L'atelettasia polmonare è classificabile in tre varianti: da ostruzione, da compressione, da contrazione. La prima causa è dovuta a ostruzione del bronco che ventila il lobo sottostante a causa di tumori ostruenti, corpi estranei, tappi di muco, tubercolosi, sindrome del lobo medio ed altre. Può inoltre essere associata a broncoaspirazione soprattutto nei pazienti in ventilazione artificiale a volume controllato. Se per compressione, essa è dovuta a versamento pleurico o versamento di altra natura o a presenza di gas nello spazio pleurico. Se dovuto a gas, si parla di pneumotorace, le cui cause possono essere congenite, traumatiche, iatrogene. Qualora la pressione del gas possa solamente aumentare per l'assenza di fuoriuscita dello stesso dalla cavità toracica e avvenga un collasso polmonare e compressione dei grandi vasi, si parla di pneumotorace iperteso. Se da contrazione, la causa è a inespandibilità del parenchima polmonare, tipicamente in seguito a fibrosi, processo patologico quasi sempre cronico, locale o generalizzato, ove l'eccessiva deposizione di fibre collagene ha reso il polmone rigido.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina