Atari Interactive

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Atari.

Atari Interactive
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1996 (Atari Interactive),
1995 come Hasbro Electronic Entertainment
1996 come Hasbro Interactive 2001 come Infogrames Interactive
2003 come Atari Interactive a Stati Uniti New York, N.Y.
Sede principale Stati Uniti USA
Gruppo Atari (1996-1998)
Hasbro (1998-2001)
Infogrames (2003-2009)
Atari, SA (2009-)
Settore videogiochi
Sito web www.atari.com

Con il nome Atari Interactive si indicano diversi gruppi ed aziende attive dagli anni novanta. Nel 1996 fu il nome con cui Atari Games indicava la sua divisione che pubblicava titoli per PC, che portò su questa piattaforma giochi come Tempest 2000, originariamente nato per l'Atari Jaguar[1][2]. Dal 1998 al 2001 Atari Interactive, Inc. fu il nome della società affiliata al gruppo JT Storage che deteneva i diritti sul nome "Atari" che fu acquistata da Hasbro nel 1998 e che fu usata da Hasbro Interactive per pubblicare vecchi titoli del passato[3].

Attualmente è il nome di una società interamente controllata da Atari, SA (precedentemente nota come Infogrames), che è l'attuale detentrice del marchio Atari e di varie altre proprietà precedentemente appartenute ad Hasbro Interactive. Atari Interactive è stata fondata nel 2001 quando Infogrames Entertainment SA ha acquistato Hasbro Interactive e l'ha poi rinominata in Infogrames Interactive[4]. Nel 2003 Infogrames ha cambiato il nome della società in Atari Interactive, Inc. come parte della riorganizzazione mondiale della società che si è focalizzata sull'utilizzo del marchio "Atari"[5].

(1996-1998) divisione di Atari Games[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 gennaio 1996 al Consumer Electronics Show invernale Atari Corporation annunciò formalmente la creazione di Atari Interactive per "guidare il mercato mondiale dei PC"[6]. Inizialmente era previsto il lancio di 4 videogiochi, Tempest 2000, Highlander: The Last of the MacLeods, Baldies e FlipOut!, con a seguire altri titoli quali Missile Command 3D, Return to Crystal Castles, Interactive Rocky Horror Show e Virtual War[6]. Il 12 febbraio, però, Atari Corporation annunciò la fusione con JT Storage, che non aveva nessun interesse a "competere in nessun modo nel mercato dei PC o dei videogiochi"[7]. Atari Corp., dopo la fusione, dovette sospendere le sue attività, licenziò circa l'80% dei suoi dipendenti ed iniziò la liquidazione delle sue proprietà, che includevano anche la chiusura dell'appena nata Atari Interactive[7].

(1998-2001) sussidiaria della Hasbro Interactive[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 febbraio 1998 JTS vendette tutte le attività e le proprietà di Atari a Hiat XI Corporation, una società controllata in toto da Hasbro Interactive, società di proprietà di Hasbro creata nel Delaware (USA) con lo scopo precicuo dell'acquisto di Atari[8]. Hasbro Interactive procedette a cambiare denominazione a Hiax XI che divenne Atari Interactive ed iniziò la pubblicazione di remake dei vecchi giochi marchiati Atari come il remake 3D di Centipede[9].

(2003-presente) l'attuale Atari Interactive[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 Hasbro vendette Hasbro Interactive e tutte le sue filiali alla società francese Infogrames Entertainment SA (IESA). IESA rinominò Hasbro Interactive in Infogrames Interactive, Inc.[4]. Il 7 maggio 2003 IESA riorganizzò ufficialmente tutte le sue attività basandolo sul nome commerciale "Atari", compreso il cambio di denominazione di Infogrames Interactive, Inc. in Atari Interactive, Inc.[10].

Affitto delle proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 Infogrames, Inc. concesse in licenza il nome ed il logo "Atari" di Atari Interactive alla società madre Infogrames e cambiò poi il suo nome in Atari, Inc.[11] utilizzando il nome "Atari" per sviluppare, pubblicare e distribuire videogiochi per i computer e per tutte le più diffuse console.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Denise Shelton, Atari announces PC games unit., cNet, 3 gennaio 1996. URL consultato il 15 agosto 2009.
  2. ^ Copertina del CD di Tempest 2000 su Moby Games
  3. ^ Business Wire, Hasbro Interactive Pursues Copyright Infringement Suit Against eGames and GT Interactive; Xtreme Games, MVP Software, Webfoot and Varcon Also Named in Suit., Business Wire, 7 febbraio 2000. URL consultato il 15 agosto 2009.
  4. ^ a b Civilization III:Play The World Press Release, Infogrames Inc., 8 maggio 2002. URL consultato il 6 novembre 2007.
  5. ^ Atari Inc., 10 kT · For 3/31/03, Atari Inc., 31 marzo 2003. URL consultato il 6 novembre 2007.
  6. ^ a b Business Wire, Atari Broadens It's Platform Base, Business Wire, 2 gennaio 1996. URL consultato il 1508-2009.
  7. ^ a b Brooke Shelby Biggs, 'Success' killed Pac-Man creator Atari, San Jose Business Journal, 19 luglio 1996. URL consultato il 15 agosto 2009.
  8. ^ JTS Corp., 8-K For 2/23/98, JTS Corp., 3 marzo 1998. URL consultato il 15 agosto 2009.
  9. ^ Richard Rouse III, Leaping Lizard’s Centipede 3D, Game Developer (magazine), 10 settembre 1999. URL consultato il 15 agosto 2009.
  10. ^ Summary of ATARI INC - Yahoo! Finance
  11. ^ Atari Inc., 10 kT · For 3/31/03, Overview Subsection, Atari Inc., 3 marzo 2003. URL consultato il 6 novembre 2007.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Atari

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]