Astroganga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Astroganga
serie TV anime
I protagonisti
I protagonisti
Titolo orig. アストロガンガー
(Asutoroganga)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Tetsuhisa Suzukawa
Regia
Sceneggiatura
Character design Eiji Tanaka
Studio Knack Productions
Musiche Komori Akihiro
Rete Nippon Television
1ª TV 4 ottobre 1972 – 28 marzo 1973
Episodi 26 (completa)
Rete it. Telemontecarlo
1ª TV it. marzo 1980
Target shōnen
Genere fantascienza

er le

Astroganga/Astroganger (アストロガンガー Asutorogangaa?) è una serie televisiva anime giapponese prodotta nel 1972 dalla Knack Productions e diretta da Masashi Nitta. È stata trasmessa per la prima volta dal 4 ottobre 1972 al 28 marzo 1973 sulla Nippon TV ed è stata la prima serie robotica a colori, pioniere del genere. In Italia è stata doppiata a cura della SINC cinematografica e trasmessa su Telemontecarlo nel 1980 e successivamente anche sulle tv locali italiane; particolarmente popolare in Medio Oriente.

Una scienziata aliena di nome Maya precipita sulla Terra. Il suo pianeta natale è stato completamente raso al suolo dal Blasters, una spietata razza d'invasori spaziali che ruba le risorse naturali dei luoghi conquistati (tolgono l'ossigeno distruggendo così l'ambiente biologico del pianeta). Lei s'innamora d'uno scienziato umano e dà alla luce un bambino, Kantaro: muore dopo aver sofferto d'esposizione a radiazioni devastanti subite sul suo pianeta. Quando dieci anni dopo i Blasters s'apprestano a invader anche la Terra, il figlio dovrà cercare di sconfiggerli combattendo con Astroganga, un robot costituito da una specialissima forma di "metallo vivente".

Origini e caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Astroganga è un robot senziente che, entrando in uno stato di simbiosi col giovane Charlie, difende la terra dai crudelissimi Blasters, mostruosi e pericolosi invasori alieni intenzionati a conquistarla. Le battaglie che si svolgono sono molto particolari: Charlie non "guida" Astroganga, ma ne viene "assimilato"-fuso dopo essere stato trasformato in energia dal raggio di teletrasporto emanato dal disco/medaglione che l'automa porta sul petto.

Ganga è molto differente per tipologia dalla maggior parte degli altri robot che l'hanno seguito: il suo aspetto è nel complesso decisamente umanoide, essendo un essere senziente, parlante, ragionante e passibile di provar dolore; la sua mimica facciale, grazie alla bocca e agli occhi, è molto spiccata. Prova sentimenti di paura, ira, coraggio: senza l'apporto di Charlie, tuttavia, perde rapidamente la volontà e non riesce più ad aver il perfetto controllo dei combattimenti. Sebbene possa volare, non ha particolari abilità speciali e deve far affidamento solo su sé stesso e la sua forza per vincere le battaglie.

In realtà anche lo stesso termine "robot" risulta in questo caso almeno in parte ingannevole: Astroganga difatti non è una macchina, ma è stato generato - apparentemente privo di meccanismi interni, anche se sul dorso porta una sorta di motore - a partire dall'esclusivo metallo vivente del suo pianeta, metallo che si conforma e si rigenera grazie al calore fornito da un vulcano attivo sottomarino, in cui Ganga si rifugia per le riparazioni tra un combattimento e l'altro (solo questo gli permette di accrescere e riacquistare l'energia perduta).

Il lingotto metallico che dà la vita ad Astroganga viene portato sulla Terra da un alieno sfuggito alla furia distruttiva dei terribili Blasters: Quest'alieno non è altri che la madre di Charlie, mentre il "nonno adottivo" terrestre deposita, come da istruzioni ricevute, il lingotto all'interno d'un vulcano attivo. Rapidamente si "forma" un robot alto 40 metri e pesante 2 tonnellate, Astroganga per l'appunto. Il procedimento di cattura dell'energia vulcanica per la crescita della struttura è una caratteristica della storia originale e certamente molto efficace narrativamente per il prosieguo della vicenda.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Charlie - il ragazzino che si fonde all'interno del cuore di Ganga per combattere in tal modo assieme a lui. Solo il nonno risulta esser a conoscenza di questo segreto.
  • Il nonno di Charlie - un famoso scienziato studioso dello spazio. Egli, seguendo le istruzioni ricevute, dona la vita a Ganga.
  • Cindy - figlioletta amatissima di Bronson e cara amica di Charlie
  • Il signor e la signora Bronson - il padre di Cindy è il comandante in capo di tutte le forze militari e di polizia poste a difesa del paese. La madre è invece una gentile signora sempre presente ed affettuosa.
  • La madre di Charlie - un extra-terrestre scampata alla distruzione del proprio pianeta natale. Appena scesa sulla Terra incontra un uomo, il futuro padre di Charlie; assieme al marito rimane vittima del primo attacco scagliato dai Blaster contro il pianeta.
  • La razza aliena dei Blaster - Letteralmente "i distruttori", essi intendono dominare l'intero universo e con questo obiettivo non esitano a sterminare le popolazioni dei vari pianeti che via incontrano lungo il loro cammino di conquista. Perfettamente identici l'uno all'altro, si riconoscono esclusivamente tramite un numero di riconoscimento stampato sulla divisa e che ne contraddistingue anche l'importanza individuale.
  • Ganga - Dotato di coscienza ed autonomia propria, prova sentimenti ed emozioni umane, è l'essere gigante che protegge il mondo. Creato da una strana barra di metallo aliena vivente, diviene il robot alle dirette dipendenze di Charlie. Il ragazzino riesce ad entrare in simbiosi con esso, ogni qual volta viene "assorbito" dal fascio di luce che Ganga emana dal petto.

Sigla[modifica | modifica sorgente]

  • Sigla di apertura originale: Astroganger - testo: Amamiya Tsuyoshi Ji, musica: Komori Akihiro, interpreti: Mizuki Ichirou, Columbia Yurikago Kai[1]
  • Sigla di chiusura originale: Susume! Astroganger - testo: Amamiya Tsuyoshi Ji, musica: Komori Akihiro, interprete: Columbia Yurikago Kai[1]
  • Sigla di apertura e chiusura italiana: Astroganga - testo: Andrea Lo Vecchio, musica: Mariano Detto, interpreti: Galaxy Group (Vincenzo Polito, voce solista e cori, con Mariano Perrella e Patrizia Tapparelli per i cori) e Ferdinando Di Stefano (batteria). Meeting Music, 1980.

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

Trasmesso in Italia per la prima volta da Telemontecarlo (precursore di TMC/La7) a partire dal marzo 1980.

Doppiaggio italiano[modifica | modifica sorgente]

Doppiaggio italiano a cura della SINC Cinematografica.

Personaggio Giapponese Italiano
Ganga Shozo Iizuka Mimmo Palmara
Charlie (Kantaro) Kazuko Sawada Francesca Bregni
Cindy Paola Del Bosco
Madre Eva Ricca
Nonno Gino Donato
Magg. Bronson Gigi Pirarba
Blaster numero 1 Elia Iezzi
Blaster numero 2 Stefano Carraro
Johnny Oyama Vittorio Guerrieri

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Elenco degli episodi[2]:

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 Forza Ganga!
「行くぞ!ガンガー」 - Iku zo! Gangaa
4 ottobre 1972
Il padre di Charlie sta scrutando attentamente il cielo con un grande telescopio. Ad un tratto inquadra improvvisamente quella che sembra a prima vista una vera e propria nave spaziale; si dirige allora velocemente verso il luogo dell'impatto e lì trova una donna che porta con sé una strana palla metallica: questo oggetto extraterrestre, immerso nella lava ribollente di un vulcano, dà a suo tempo vita ad Astroganga. L'aliena è giunta tra gli umani dopo esser fuggita dal suo pianeta attaccato dai malvagi Blaster; in punto di morte fa dono al piccolo Charlie di due medaglioni, attraverso i quali il bambino potrà, quando ne avrà bisogno, chieder il soccorso di Ganga. Inizia la guerra in difesa del pianeta Terra.
2 Ganga vive!
「生きているロボット」 - Iki te iru robotto
11 ottobre 1972
Charlie si trova in compagnia del nonno quando appare un mostro; utilizzando il medaglione consegnatogli dalla madre chiama Ganga. Successivamente un dei mostri Blaster, assunte fattezze umane, s'impossessa dell'automobile del maggiore Bronson, dopo averlo addormentato con la forza del pensiero, e si dirige verso la città. Charlie lo insegue con la sua motocicletta e quando s'accorge che sta per scappare con un'astronave chiama Ganga, il quale attacca e colpisce senza pietà il nemico.
3 Il mistero dell'isola che brucia
「燃える島の陰謀」 - Moeru shima no inbō
18 ottobre 1972
Un enorme meteorite precipita in direzione dell'oceano, andando a scontarsi infine contro un'isola; a seguito dello spaventoso impatto prodotto il vulcano addormentato si risveglia. Bronson, che comanda i reparti della marina, accorre in aiuto dei profughi scampati al disastro: Ganga interviene a difesa delle navi contro la lava che avanza minacciosa verso di loro anche in mare aperto.
Uno dei superstiti, un bambino, racconta ai soccorritori che successivamente all'impatto col meteorite, gli animali dell'isola si erano di colpo trasformati in automi robotici che aggredivano gli esseri umani: alcuni di loro sono rimasti nell'isola intrappolati all'interno d'una caverna e circondati dai nemici. Interviene Ganga che attacca i robot salvando così la vita ai rifugiati dentro la caverna.
4 L'arcobaleno che uccide
「恐怖の虹」 - Kyōfu no niji
25 ottobre 1972
Uno stranissimo arcobaleno porta la morte ovunque vada, Ganga scopre facilmente che si tratta in realtà di una delle navi militari d'attacco dei Blaster mimetizzata. All'interno di essa si sta cercando di realizzare un super-mostro fondendone insieme un certo numero di minori: Ganga, coraggiosamente e con sprezzo del pericolo si lancia all'interno dell'arcobaleno alieno, ne tira fuori il mostro e lo distrugge.
5 Il segreto di Ganga
「ガンガーの秘密を探れ」 - Gangaano himitsu o sagure
1º novembre 1972
Cindy sta giocando felicemente con le sue compagne nel bel mezzo d'un prato quando appare un mostro; la bambina allora tenta la fuga ma purtroppo precipita in un crepaccio. Ganga, intervenuto per colpire il mostro, si accorge di Cindy che si trova in pericolo appesa ad un ramo che fuoriesce dai bordi della montagna: sceglie di salvare la bimba e lascia andare il nemico.
I Blaster, venuti a conoscenza della storia della madre di Charlie, lanciano in direzione della Terra su un'astronave uno di loro con le fattezze della donna; fingendo d'esser inseguita da un mostro si fa salvare da Ganga. Charlie si precipita verso quella che crede esser la madre, permettendo in tal modo al Blaster di rapirlo: Ganga liinsegue, salva Charlie e distrugge la nave nemica
6 Ganga contro il mostro
「錆ついたガンガー」 - Sabi tsui ta gangaa
8 novembre 1972
In gita scolastica presso una grotta in riva al mare, un gruppo di studenti viene assalito da un mostro a forma di medusa gigante. Ganga deve intervenire per cercar di difendere e portare in salvo gli umani.
7 Bombardamento cosmico
「宇宙爆撃隊」 - Uchū bakugeki tai
15 novembre 1972
Poco dopo aver lanciato un segnale di soccorso SOS, una navicella spaziale terrestre scompare dai radar ed esplode. A questo punto sulla Terra tutti gli oggetti composti da un qualche metallo iniziano a volare salendo verso il cielo.
Un mostro a forma di ombrellone attacca un aereo di linea ma questo viene protetto da Ganga; un missile lanciato contro il mostro non sortisce alcun effetto in quanto gli viene fatta cambiare direzione. Per un soffio Ganga riesce a fermarlo dall'impatto che sarebbe sicuramente stato devastante con la Terra.
8 Hound, il cane cosmico
「宇宙の猟犬バウンド」 - Uchū no ryōken haundo
22 novembre 1972
Dei palloni alieni dotati di occhi e bocca vengono lanciati dai Blaster contro la Terra: qualsiasi tipo di metallo con cui vengono in contatto viene da essi ingoiata. Ganga, nel tentativo di sfuggire a questa specie di piranha volanti si rifugia sott'acqua e si appresta ad affrontare inoltre anche un ulteriore mostro inviatogli contro.
9 Una persona sospetta
「怪しいおばあちゃん」 - Ayashii o baachan
29 novembre 1972
Una tromba d'aria prodotta dai Blaster attacca la Terra, lo stesso maggiore Brobson riesce a salvarsi miracolosamente lanciandosi da suo elicottero in avaria. Un alieno travestito da vecchia signora intanto riesce ad introdursi in casa prima di Cindy e poi dello stesso Charlie ma non riesce ad uccidere il ragazzo.
10 Ganga ha un ammiratore
「強いぞ!ガンガー」 - Tsuyoi zo! Gangaa
6 dicembre 1972
I Blaster sono riusciti a procurarsi, in un lontano pianeta sotto il loro controllo, del "metallo vivente" di cui è composto Ganga ed attraverso questo creare un robot uguale a lui. Max, il cuginetto di Cindy e grandissimo ammiratore di Ganga, viene rapito da uno dei dischi volanti nemici e messo all'interno del finto robot: quello vero apparirà poco dopo e si dovrà impegnare molto per sconfiggere l'usurpatore e nel contempo salvare la vita al bambino.
11 L'invasione verde
「地球はぼくらのものだ」 - Chikyū ha boku ra no mono da
13 dicembre 1972
Un'astronave spaziale terrestre compie un atterraggio di fortuna nei pressi della casa di Charlie; dopo che anche un elicottero è stato attaccato e distrutto, Bronson coi suoi uomini inizia ad indagare. Nei pressi scorgono un lago di alghe che producono l'ossigeno necessario alla sopravvivenza dei Blaster; appare un mostro e Ganga deve sconfiggerlo per poter poi distruggere anche il grande lago verde.
12 La valle del mistero
「流れ星の降る谷」 - Nagareboshi no furu tani
20 dicembre 1972
Il maggiore Bronson ferito ad una gamba, assieme a Charlie e Cindy, si trovano imprigionati all'interno d'una grotta; ma riescono a fuggire prima che i Blaster possano catturali.
13 Duello mortale
「白い昿野の決闘!!」 - Shiroi?? No kettō!!
27 dicembre 1972
Nel campo da calcio della scuola Charlie è impegnato in una sfida contro un compagno, ma a causa di un acquazzone improvviso prende freddo e torna a casa febbricitante; intanto i Blaster appaiono negli schermi televisivi affermando d'esser la causa del maltempo improvviso. Charlie in preda all'influenza crede di veder la madre nella signora Bronson; appare un mostro e Ganga va ad affrontarlo in mezzo ai ghiacci.
14 Una neve pericolosa
「白夜の対決」 - Byakuya no taiketsu
3 gennaio 1973
Charlie gioca felice a palle di neve assieme ai compagni nel cortile della scuola. Uno dei mostri Blaster anima i pupazzi spronandoli poi ad assassinare tutti gli umani che incontrano nel loro cammino, finendo poi per riunirsi in un unico essere mostruoso; Ganga dovrà affrontarlo per salvare il laboratorio.
15 Il segreto dell'aurora boreale
「オーロラの秘密」 - Oorora no himitsu
10 gennaio 1973
Appare improvvisamente una strana aurora boreale, da cui esce fuori la testa femminile di un Blaster che lancia fiamme dalla bocca: Ganga, accorso in difesa della città che si trova in pericolo, viene cacciato in una dimensione parallela. Liberatosi, torna sulla Terra riuscendo a distruggere i nemici.
16 La guerra dei Blaster
「ブラスター宣戦布告」 - Bura sutaa sensen fukoku
17 gennaio 1973
Charlie, Cindy e tutti i cvompagni di scuola stanno giocando con gli aquiloni in riva al mare: una tempesta improvvisa scaraventa Cindy in acqua, la quale viene salvata solo grazie all'eroismo di Charlie. Ma un mostro esce dal mare ed imprigiona tutti all'interno d'una caverna, dopo di che si dirige a distruggere la vicina città. Lo stesso Ganga si viene a trovare in grave difficoltà e rischierà d'esser fuso all'interno d'un vulcano.
17 I Blaster contro Ganga
「戦慄のスパイモンスター」 - Senritsu no supai monsutaa
24 gennaio 1973
Un membro della polizia scientifica viene rapito dai Blaster e, dopo avergli fatto il lavaggio del cervello lo rimandano indietro con l'ordine di scoprire finalmente ed una volta per tutte il segreto della vitalità di Ganga. Questi rapisce il maggior Bronson e ricatta gli umani: se non gli rivelano il segreto di Ganga lo ucciderà senza pietà. Charlie sarà costretto ad ordinare a Ganga di eliminarlo.
18 Il grande vortice
「チェイン・メイルの渦」 - Chein.meiru no uzu
31 gennaio 1973
Mentre Charlie e Cindy stanno giocando al parco, al bambino torna alla madre la madre perduta: tutti i ricordi riaffiorano improvvisamente. Il mattino seguente il nonno, che non riesce più a risvegliare il nipotino (questi difatti si trova a sognare perennemente la madre), chiama i soccorsi; ma anche dopo l'operazione effettuata in ospedale il piccolo sembra non dare segni di ripresa.
Allora utilizza il medaglione che porta appresso e chiama Ganga, il quale trasporta il bambino nello spazio profondo per costringerlo a risvegliarsi: ripresosi, guida Ganga in una feroce battaglia contro due mostri inviatigli contro dai Blaster.
19 La bomba sta per scoppiare
「時限爆弾ロボット・デスター」 - Jigen bakudan robotto. Desutaa
7 febbraio 1973
Il mostro appena messo a punto dai Blaster, porta con sé una bomba fatta di antimateria da far esplodere appena Ganga gli si presenti davanti; la loro base è all'interno del faro ed il guardiano con la famiglia sono fatti prigionieri dopo esser stati ipnotizzati. Il loro figlio è compagno di scuola di Cindy e la bambina, impensierita per la sua improvvisa sparizione va a cercarlo: anche le viene catturata.
Riesce però a liberarsi passando per un condotto d'areazione, ed appena tornata all'aria aperta corre a lanciare l'allarme: intanto la bomba è stata attivata ed il mostro che la porta attacca la scuola. Ganga interviene distruggendolo e scaraventando la bomba in direzione dell'astronave nemica.
20 Ganga combatte ancora!
「レンズマー分身作戦」 - Renzumaa bunshin sakusen
14 febbraio 1973
Le pagine di un fumetto acquistato da moltissimi bambini della città cominciano ad ingoiare dentro di sé i loro rispettivi proprietari: è tutta opera di un mostro dei Blaster ed infine anche Cindy e Charlie vengono imprigionati. A questo punto gli alieni ricattano gli umani; Charlie però grazie al suo medaglione riesce a richiamare Ganga e a farsi soccorrere da lui.
Dopo aver rischiato d'esser assorbito dal mostro Ganga, dopo una strenua battaglia ha la meglio e finisce così col liberare tutti i bambini rimasti intrappolati.
21 Ganga contro i robots
「ロボット部隊がやってきた」 - Robotto butai ga yatteki ta
21 febbraio 1973
Una nave spaziale appena lanciata dal centro terrestre viene bloccata dai Blaster. Sulla Terra gli umani sono attaccati e Ganga giunge a portar aiuto, per poi volare immediatamente in direzione dell'astronave prigioniera, la salva e la porta sulla Luna. Però a causa d'un campo elettromagnetico Ganga viene reso innocuo e bloccato al suolo; Charlie riesce a disattivarlo permettendo così a Ganga di risollevarsi e battere l'avversario appena giunto.
22 L'astronave fantasma
「宇宙の幽霊船」 - Uchū no yūrei sen
28 febbraio 1973
23 La battaglia di Kantaros
「カンタロスの決闘」 - Kantarosu no kettō
7 marzo 1973
24 Mirate al centro!
「あの胸のペンダントを狙え」 - Ano mune no pendanto o nerae
14 marzo 1973
25 Un terribile nemico di Ganga
「ブラスター・デビル悪魔の眼」 - Burasutaa. Debiru akuma no me
21 marzo 1973
26 La battaglia di Ganga
「スペース・パンサー」 - Supeesu. Pansaa
28 marzo 1973

Influenza su altre opere[modifica | modifica sorgente]

Nel film Cornetti alla crema con Lino Banfi, durante una scena nella quale Banfi è inseguito dal fidanzato di Edwige Fenech, si ode l'inizio della sigla italiana di Astroganga. Banfi però grida: "Mamma mia, Mazinga!"

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Le sigle di Astroganga - testi originali e traduzioni in italiano
  2. ^ Astroganga - Lista delle puntate - Enciclorobopedia

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga