Astrochelys radiata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Testuggine raggiata
Geochelone radiata Madagascar.JPG
Astrochelys radiata
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Sauropsida
Sottoclasse Anapsida
Ordine Testudines
Sottordine Cryptodira
Famiglia Testudinidae
Genere Astrochelys
Specie A. radiata
Nomenclatura binomiale
Astrochelys radiata
(Shaw, 1802)
Sinonimi

Testudo radiata
Shaw, 1802
Geochelone radiata
(Shaw, 1802)

La testuggine raggiata (Astrochelys radiata (Shaw, 1802)), è una grande testuggine diffusa nel Madagascar meridionale.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Astrochelys radiata nella Riserva speciale di Bezaha Mahafaly.

Un esemplare adulto maschio può arrivare a misurare anche 40 cm di lunghezza e può pesare 20 kg. Le femmine sono in genere più piccole (sino a 30 cm di lunghezza e 15 kg di peso).

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Astrochelis radiata1.jpg

È una specie esclusivamente terricola con abitudini diurne.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Quasi esclusivamente fitofaga e frugivora, la Testuggine raggiata mangia erbe (che costituiscono oltre il 90% della loro dieta), frutti e piante succulente.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La maturità sessuale è raggiunta con i 30 cm di lunghezza del carapace nei maschi e con i 33 nelle femmine. Il periodo riproduttivo giunge dopo la stagione delle piogge. Durante la deposizione delle uova la femmina ne depone da 3 a dodici dentro una buca profonda circa 30 cm, che si schiudono dopo un'incubazione che può andare da 145 a 230 giorni. Le deposizioni possono essere anche più di una l'anno e arrivano fino a 6 in certi casi.

La testuggine raggiata ha una aspettativa di vita media intorno ai 100 anni. Si narra di Tui Malla, un esemplare portato in dono da James Cook alla regina di Tonga nel 1773 e vissuta fino al 1965. Essa è ora conservata al museo di Auckland (Nuova Zelanda).

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Distribuzione di A. radiata

Nativa del Madagascar meridionale, la specie è presente anche nelle isole Mauritius e Réunion ove è stata introdotta dall'uomo.

Vive in regioni aride a clima sub-tropicale.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

In passato la specie veniva attribuita al genere Geochelone, ma recentemente è stata segregata nel genere Astrochelys.[2]

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La specie è inserita nell'Appendice I della Convenzione di Washington ed è considerata in pericolo critico di estinzione dalla Lista rossa IUCN (Critically Endangered).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Leuteritz, T. & Rioux Paquette, S. (Madagascar Tortoise and Freshwater Turtle Red List Workshop) 2008, Astrochelys radiata in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ Fritz, U. & O. R. P. Bininda-Emonds, When genes meet nomenclature: Tortoise phylogeny and the shifting generic concepts of Testudo and Geochelone in Zoology, vol. 110, 2007, pp. 298-307.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]