Astimedusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Astimedusa era il nome, secondo una versione del mito, della seconda moglie di Edipo.

Il mito[modifica | modifica sorgente]

Secondo tale versione, Edipo dopo la morte di Giocasta sposò Astimedusa. Una volta sposati la donna gelosa dei due figli del marito, Eteocle e Polinice, fece in modo che i due litigassero con il padre. Infatti accusando i due ragazzi di fronte ad Edipo, affermando che i ragazzi le fossero avversi, che non l’avessero accettata come madre e altre calunnie varie, il marito maledì i suoi figli.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Scolio all'Iliade IV, 376

Moderna[modifica | modifica sorgente]

  • Anna Ferrari, Dizionario di mitologia, Litopres, UTET, 2006, ISBN 88-02-07481-X.
  • Pierre Grimal, Enciclopedia della mitologia 2ª edizione, Brescia, Garzanti, 2005, ISBN 88-11-50482-1. Traduzione di Pier Antonio Borgheggiani
mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca