Associazione italiana di ricerca operativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Airo.gif

L'Associazione italiana di ricerca operativa - Optimization and Decision Sciences (in acronimo AIRO) è una società scientifica italiana fondata nel 1961[1] con lo scopo di favorire lo sviluppo in Italia della ricerca operativa e dell'ottimizzazione matematica, in riferimento tanto alla metodologia della ricerca quanto alle applicazioni in ambito industriale. Tra i suoi scopi vi sono la diffusione della disciplina della ricerca operativa, il riconoscimento del ruolo e della qualificazione professionale del ricercatore operativo, e la promozione delle relazioni fra ricercatori operativi, anche attraverso la partecipazione a organismi internazionali.

L'AIRO è membro di FIMA (Federazione italiana di matematica applicata) insieme a SIMAI e AMASES. A livello internazionale, fa parte dell'Association of European Operational Research Societies (EURO) sin dalla sua fondazione (1975) nonché dell'International Federation of Operational Research Societies (IFORS).

Attività[modifica | modifica sorgente]

L'associazione, insieme alle omologhe associazioni nazionali belga e francese, cura la pubblicazione della rivista scientifica 4OR, contenente lavori di tipo metodologico che applicativo oltre a surveys su argomenti di particolare interesse per la ricerca operativa. In precedenza, dal 1970 al 2002, ha curato la pubblicazione della rivista scientifica Ricerca Operativa.

Pubblica inoltre il bollettino trimestrale AIROnews, sulle notizie di attualità connesse con la disciplina.

Dal 1971 organizza nel mese di settembre il convegno annuale, sotto forma di Giornate di Lavoro. Organizza inoltre, ogni due anni tra gennaio e febbraio, il convegno AIRO Winter a cadenza biennale.

AIRO bandisce ogni anno un premio per le migliori tesi magistrali in ricerca operativa e le gare di ricerca operativa per gli studenti delle scuole medie superiori.

Organizzazione[modifica | modifica sorgente]

Aderiscono all'AIRO circa 400 soci individuali (ricercatori universitari e professionisti) e alcune decine di soci collettivi (imprese, dipartimenti universitari e altri enti senza fini di lucro). L'associazione è retta da un presidente, con mandato quadriennale, che guida l'associazione insieme al consiglio direttivo e all'assemblea degli associati.

Su proposta degli associati, nell'ambito dell'AIRO possono essere costituite delle sezioni in base a criteri di omogeneità geografica o tematica.

La sede operativa dell'AIRO è presso l'Istituto di Analisi dei Sistemi ed Informatica "Antonio Ruberti" (IASI-CNR) a Roma.

Presidenti[modifica | modifica sorgente]

  • Benedetto Barberi (1961-1970)
  • Armando Corso (1971-1975)
  • Bruno Martinoli (1976-1982)
  • Massimo Merlino (1983-1988)
  • Paolo Toth (1989-1995)
  • Giorgio Gallo (1996-2001)
  • Roberto Tadei (2002-2006)
  • Renato De Leone (2007-2011)
  • Anna Sciomachen (dal 2012)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.airo.org/index.php?option=com_content&task=view&id=32&Itemid=58

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica