Assenza ingiustificata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Assenza ingiustificata
Assenzaingiustificata.jpg
con Amedeo Nazzari
Paese di produzione Italia
Anno 1939
Durata 93 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Max Neufeld
Soggetto Stephan Békeffy
Sceneggiatura Aldo De Benedetti, Carlo Della Posta, Max Neufeld
Produttore Giuseppe Amato per Era Film
Distribuzione (Italia) Minerva Film
Fotografia Václav Vích
Montaggio Maria Rosada
Musiche Cesare A. Bixio
Scenografia Gastone Medin
Costumi Titina Rota
Interpreti e personaggi

Assenza ingiustificata è un film del 1939, diretto da Max Neufeld.

Trama film[modifica | modifica sorgente]

Una studentessa liceale, Vera, viene espulsa dalla scuola e per tenere nascosta la cosa finge di essere malata.

Il medico curante diventa presto suo complice e successivamente la sposa.

La vita coniugale, per le continue assenze del medico, occupato dal suo lavoro, diviene giorno dopo giorno sempre più triste e piena di incomprensioni, sino a convincere Vera a riprendere gli studi di nascosto dal marito.

Questa doppia vita insospettisce il marito, che pensa ad un tradimento della giovane moglie, ma poi le cose si chiariranno, quando il medico andrà a prendere Vera all'uscita della scuola.

Note[modifica | modifica sorgente]

Tratto da un originale teatrale del commediografo ungherese Stephan Békeffy, già rappresentato in Italia dalla compagnia A. Beghetti, D. Menichelli, viene adattato per lo schermo da Amedeo Castellazzi e Max Neufeld; il film confermerà Alida Valli come diva ormai affermata al grande pubblico, e rivelerà la verve esplosiva di Lilia Silvi.

La critica[modifica | modifica sorgente]

Filippo Sacchi nel Corriere della Sera del 30 dicembre 1939 " Specialmente nella seconda parte, il film, ha grazia, movimento, comicità in abbondanza. Ne siano lodati il regista Neufeld e Amedeo Nazzari che, pure qui è interprete un po' opaco, ma soprattutto Alida Valli, la quale si impaccia, e stona solo nelle poche scene in cui fa la sposa e non la studentessa: ossia quando le mettono addosso vestiti inconcepibili e grotteschi. Ad ogni modo la più graziosa Alida Valli, la meglio a posto, che si sia mai vista.."

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema