Assedio di Ciudad Rodrigo (1810)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Assedio di Ciudad Rodrigo
Castello di Enrico II, Ciudad Rodrigo
Castello di Enrico II, Ciudad Rodrigo
Data 26 aprile – 9 luglio 1810
Luogo Ciudad Rodrigo, Spagna
Esito Vittoria francese
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
42000 soldati, 60 cannoni 5500 soldati, 118 cannoni
Perdite
180 morti, oltre 1000 feriti 461 morti, 994 feriti, 4000 prigionieri
Voci di guerre presenti su Wikipedia

Grazie all'assedio di Ciudad Rodrigo, iniziato il 26 aprile 1810, il maresciallo francese Michel Ney conquistò il 9 luglio la città fortificata difesa dal maresciallo Andrés Perez de Herrasti.[1] Il VI corpo di Ney faceva parte dell'esercito da 65000 uomini guidato da Andrea Massena, incaricato della terza invasione del Portogallo.

Forze in campo[modifica | modifica sorgente]

Il VI corpo di Ney comprendeva la 1ª divisione di Jean Marchand (6500 uomini), la 2ª divisione di Julien Mermet (7400), la 3ª divisione di Louis Loison (6600), la cavalleria leggera di Auguste Lamotte (900), la brigata di dragoni di Charles Gardanne (1300) e 60 cannoni.

Herrasti comandava 3 battaglioni regolari dei reggimenti di fanteria Avila, Segovia e Majorca, 375 artiglieri e 60 zappatori. Oltre a questi uomini vi erano 3 battaglioni di volontari di Ciudad Rodrigo ed 1 battaglione della Guardia urbana.

Assedio[modifica | modifica sorgente]

I 5500 uomini che componevano la guarnigione spagnola di Herrasti organizzarono una difesa coraggiosa, arrendendosi solo dopo che l'artiglieria di Ney aprì una breccia nelle mura e la fanteria si stava preparando all'assalto. Gli spagnoli subirono 461 caduti e 994 feriti, mentre 4000 uomini e 118 cannoni furono catturati. Il VI corpo di Ney perse 180 uomini ed oltre 1000 furono i feriti. I militari francesi, una volta entrati in città, la saccheggiarono. Questo assedio rallentò di un mese l'invasione del Portogallo organizzata da Massena.

Le successive azioni furono l'assedio di Almeida e la battaglia del Côa. Ciudad Rodrigo fu nuovamente assediata nel gennaio 1812.

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Chandler, David, Dictionary of the Napoleonic Wars Macmillan, 1979.
  • Glover, Michael, The Peninsular War 1807–1814 Penguin, 1974.
  • Horward, Donald (ed.), The French Campaign in Portugal 1810–1811: An Account by Jean Jacques Pelet. University of Minnesota, 1973.
  • Smith, Digby, The Napoleonic Wars Data Book Greenhill, 1998.
guerre napoleoniche Portale Guerre napoleoniche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerre napoleoniche