Aspidelaps lubricus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Serpente corallo del Capo
Immagine di Aspidelaps lubricus mancante
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Famiglia Elapidae
Genere Aspidelaps
Specie A. lubricus
Nomenclatura binomiale
Aspidelaps lubricus
Laurenti, 1768

Il serpente corallo del Capo (Aspidelaps lubricus Laurenti, 1768) è un serpente della famiglia degli Elapidi, diffuso in Sudafrica e Namibia.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questo serpente mostra adattamenti alla vita sotterranea come muso largo e rotondeggiante, estremità della coda ottusa, squame lisce. Gli occhi hanno pupilla verticale.

La taglia di questa specie si aggira mediamente sui 40 cm, fino a 70 di lunghezza massima[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Aspidelaps lubricus è diffuso in Sud Africa, in Angola ed in Namibia [3] in zone aride, spesso rocciose.[2].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Passa gran parte del suo tempo sotto le pietre o all'interno di buchi, da cui esce di notte per cacciare[2].

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si ciba soprattutto di altri rettili che sorprende nel sonno[2].

Veleno e tossicità[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una specie considerata non molto pericolosa, anche se può mettere in pericolo di vita persone deboli per età o per cattive condizioni di salute. Abbastanza aggressivo, spesso però attacca a bocca chiusa. Non esiste alcun siero specifico[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Aspidelaps lubricus (South African Coral Snake)
  2. ^ a b c d e WCH Clinical Toxinology Resources
  3. ^ Aspidelaps lubricus | The Reptile Database

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili