Ashot II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ashot II di Armenia
Ritratto di Ashot Yerkat nel volume del 1898 «Illustrated Armenia and Armenians»
Ritratto di Ashot Yerkat nel volume del 1898 «Illustrated Armenia and Armenians»
Re
Bagrotuniflagx.jpg Dinastia Bagratidi
In carica 914 –
928
Armenia
Predecessore Smbat I
Successore Abas I
Morte 928
Dinastia Bagratidi
Padre Smbat I
Coniuge Maria di Kachum
Religione Chiesa apostolica armena

Ashot II di Armenia, Shahanshah (“re dei re”) di Armenia e Georgia (... – 928), è stato un sovrano armeno del Regno di Armenia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ashot II Yerkat, cioè il Ferro, fu re di Armenia dal 914 al 928. Della dinastia dei Bagratidi, era figlio di Smbat I e fratello di Abas I.

Il suo regno fu tormentato da ribellioni di pretendenti al trono e invasioni straniere, che Ashot respinse con successo. Per questo motivo ottenne l'epiteto il Ferro. Nel 914, Ashot II si recò a Costantinopoli in visita al fine di ottenere aiuto dall'imperatore bizantino Costantino Porfyrogenito.

Ritornò in Armenia con un grande aiuto e schiacciò la persecuzione araba di Yusuf, emiro della regione iraniana dell'Azerbaijan, nelle sue terre. Nel 922 fu riconosciuto come sovrano di Armenia dal califfo arabo. Sposò Maria di Kachum.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J. Muyldermans, La Domination arabe en Arménie, Paris, 1927, p. 144
  • F. Macler, Armenia, The Kingdom of the Bagratides, The Cambridge Ancient History, vol. IV, p. 161.
  • Grande Enciclopedia Sovietica, Third Edition. - Moscow, 1974
Predecessore Re di Armenia Successore
Smbat I 914 - 928 Abas I