Ashot I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ashot I il Grande
Ashot Medz.gif
Re
Bagrotuniflagx.jpg Dinastia Bagratidi
In carica 884 –
890
Armenia:
Principe dei Principi 862–884
Re di Armenia 884–890
Successore Smbat I
Morte 890
Dinastia Bagratidi
Padre Smbat il Confessore
Consorte Katranide
Religione Chiesa apostolica armena

Ashot I, (in armeno: Աշոտ Մեծ) (... – 890), è stato un sovrano armeno del Regno di Armenia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Assieme al nipote Ashot II, fu artefice della seconda età dell'oro dell'Armenia (862–977). Suo padre fu Smbat il Confessore.

La sua famiglia, i Bagratuni, fu una fra le più potenti del regno durante il dominio degli Artsruni. Entrambe le famiglie aspiravano al dominio attraverso la guerra contro gli Arabi invasori. Fu riconosciuto dal Califfo Abbaside come Principe dei Principi di Armenia nell'862. La successiva incoronazione a Re di Armenia fu consentita dal Califfo Abbaside al-Mu'tamid nell'884, una mossa per prevenire l'intrusione nel territorio armeno dell'imperatore bizantino Basilio I, un armeno. Gli succedette suo figlio, Smbat I. Regnò per cinque anni fino all'890 e sposò Katranide.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (FR) J. Muyldermans, La Domination arabe en Arménie, Paris, 1927, p. 144
  • (EN) F. Macler, Armenia, The Kingdom of the Bagratides, The Cambridge Ancient History, vol. IV, p. 161.
  • (EN) Federal Research Division, Armenia a Country Study, Kessinger Publishing, 2004, ISBN 1-4191-0751-8.
  • (EN) Jacob G. Ghazarian, The Armenian Kingdom in Cilicia During the Crusades, Routledge (UK), 2001, ISBN 0-7007-1418-9.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re di Armenia Successore
- 884 - 890 Smbat I