Ascanio Vittozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ascanio Vitozzi)

Ascanio Vittozzi, o Ascanio di Vitozzi, o Ascanio Baschi di Vitozzo (talvolta, anche Baschi di Vittozzi) (Orvieto, 1539Torino, 1615) è stato un architetto italiano.

Nato ad Orvieto[1], seguì da giovane la carriera delle armi, arruolandosi nell'esercito pontificio e combattendo, nel 1571, nella Battaglia di Lepanto, quindi a Tunisi ed in Portogallo, sempre a seguito della Lega Santa.
Al seguito delle forze armate, venne elevato architetto militare, disegnando fortificazioni alla moderna, che lo fecero notare alla corte di Emanuele Filiberto di Savoia, soprannominato il "Duca Testa di Ferro". Giunto nella capitale di quest'ultimo, Torino, allora in fermento rinnovativo, specie sotto il ducato del successore, Carlo Emanuele I, detto "il Grande", Vittozzi si dedicò non solo alle opere difensive, ma anche all'architettura civile, disegnando piazze, vie ed edifici e diventando il fautore del primo barocco piemontese.

È sepolto nella Chiesa della Santissima Trinità a Torino, nella centrale via Garibaldi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Molte sono le opere ancora visibili del Vittozzi, in particolare a Torino, ove si ricordano:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ , era figlio naturale di Ercole, dei signori di Montevitozzo o Vitozzo, un ramo della famiglia dei Baschi: cfr. Charles Bertier De Sauvigny, Genealogia del casato dei Baschi, Spoleto, Del Gallo Editore, 2002.

Controllo di autorità VIAF: 50021725

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie