Arviat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Arviat
municipalità
Arviat - ᐊᕐᕕᐊᑦ
Arviat – Veduta
Localizzazione
Stato Canada Canada
Provincia Flag of Nunavut.svg Nunavut
Divisione censuaria Regione di Kivalliq
Territorio
Coordinate 61°06′29″N 94°03′25″W / 61.108056°N 94.056944°W61.108056; -94.056944 (Arviat)Coordinate: 61°06′29″N 94°03′25″W / 61.108056°N 94.056944°W61.108056; -94.056944 (Arviat)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 132 km²
Abitanti 2,060 (2006)
Densità 0,02 ab./km²
Altre informazioni
Lingue Inuktitut - Inglese
Cod. postale X0C 0E0
Fuso orario UTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Canada
Arviat

Arviat, (Inuktitut: ᐊᕐᕕᐊᑦ; chiamata fino al 1º giugno 1989 Eskimo Point) è un insediamento di 2.060 abitanti[1] (di cui 1 785 nell'area urbana[2]) situato nella costa occidentale della Baia di Hudson, nella Regione di Kivalliq del Nunavut, in Canada.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Arviat ("luogo della balena della Groenlandia") deriva dal termine Inuktitut arviq, che indica proprio la "balena della Groenlandia". In passato invece aveva un altro nome, Tikirajualaaq ("piccolo punto lontano").[3]

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Arviat è la comunità più a sud di tutto il Nunavut continentale, e si può affermare si trovi al centro dell'intero Canada. Arviat è una delle più numerose comunità Inuit, più precisamente è il terzo centro per popolazione del Nunavut, dietro a Rankin Inlet e al capoluogo Iqaluit. Comunque Arviat attualmente sta crescendo con un ritmo più alto rispetto a Rankin Inlet. Dal censimento del 2001 a quello del 2006 la popolazione è aumentata dell'8.5%.[1] Il sindaco è Johnny Hamgark.[4]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

la caccia e la pesca rimangono ancora oggi le due attività principali della comunità e restano le fonti principali di guadagno del paese. Nel paese ci sono tre negozi per la distribuzione delle merci e dei prodotti locali.

Anziano abitante di Arviat

Verso sud la città di Churchill, in Manitoba, è accessibile via barca, motoslitta e Bombardier. Questa rotta è trafficata soprattutto per il rifornimento di merci.

Arte e cultura[modifica | modifica wikitesto]

Arviat è nota in tutta la regione artica per la sua cultura. All'interno della comunità sono cresciuti infatti alcuni noti musicisti: Susan Aglukark, Simon "Johnny Cash of the North" Sigyariaq; la band Uniaqtuq, con Arsene, Pelagie e Mary Angalik; la Arviat Band, con John e Billy Kuksuk insieme a Paul Kattau e la band Irksuk, composta da Paul Irksuk e figli.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La fauna in questa regione incontaminata è abbondante. Nelle vicinanze di Arviat infatti si ha la possibilità di incontrare anche orsi polari, milioni di uccelli migratori, belughe e anche caribù.

L'unico accesso all'insediamento è via aereo, motoslitta o nave, sebbene il governo del Nunavut e quello federale, con un'iniziativa del politico locale Willie Adams, stiano considerando la possibilità di costruire un'imponente autostrada che parta da Thompson, Lynn Lake, o da Gillam fino a Rankin Inlet, passando per Arviat.

Arviat in origine fu fondata da genti Paallirmiut, un gruppo etnico degli Inuit stanziato nel continente. Nel 1957 l'ultima tribù degli Ihalmiut sopravvissuta fu trasferita ad Arviat da parte della Royal Canadian Mounted Police. Nonostante la situazione attuale di due diverse componenti etniche all'interno della comunità, ormai sembra essersi stabilito un accordo fra le parti.[5]

La corsa con cani da slitta Hudson Bay Quest, con partenza da Churchill e arrivo ad Arviat si tenne per la prima volta nel 2004.

Progetti correlati[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Censimento del 2006
  2. ^ Population and dwelling counts for Urban Area (2006 Census, Statistics Canada, marzo 2007. URL consultato il 17 febbraio 2008.
  3. ^ Arviat, Nunavut, nu.ca. URL consultato il 1º gennaio 2008.
  4. ^ Inuit approve uranium policy
  5. ^ About Arviat, inuitarteskimoart.com. URL consultato il 26 dicembre 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Canada Mortgage and Housing Corporation. An Examination of the Use of Domestic Space by Inuit Families Living in Arviat, Nunavut. [Ottawa]: CMHC, 2004.
  • Inuit Gallery of Vancouver. Arviat Artists of the Past, Present, and Future. Vancouver: Inuit Gallery of Vancouver, 1997. ISBN 0-9682123-1-X
  • Kalluak, Mark. Pelts to Stone A History of Arts & Crafts Production in Arviat. [Ottawa]: Indian and Northern Affairs Canada, 1993. ISBN 0-662-20847-1
  • Maguire, Mary, and Lynn McAlpine. Attautsikut/Together Understanding Culture, Change and Success in Qitiqliq Secondary School and Arviat. Exemplary schools project technical report, 8. Toronto: Canadian Education Association, 1995. ISBN 0-920315-86-0
  • Sharp, Jason M. Ground Truthing of Linear Magnetic Anomalies Near Arviat, Nunavut Territory. Yellowknife, NT: Indian and Northern Affairs Canada, NWT eology Division, 1999.
  • Swinton, George. Arviat Eskimo Point. Vancouver: Marion Scott Gallery, 1989. ISBN 0-921634-06-4
  • Tyrrell, M. 2006. "Making Sense of Contaminants: A Case Study of Arviat, Nunavut". Arctic. 59, no. 4: 370-380.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]