Artur Lundkvist

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Artur Lundkvist

Artur Lundkvist (Oderljunga, 3 marzo 1906Solna, 11 dicembre 1991) è stato uno scrittore svedese.

Dalla prima giovinezza letteraria si trasferì a Stoccolma, dove ebbe modo di farsi conoscere per le sue qualità di critico letterario. Con numerosi articoli sulle riviste del settore allargò l'orizzonte culturale della capitale, in particolare riguardo alla letteratura americana.

Dal 1929 entrò a far parte del gruppo Cinque Giovani che diede alle stampe un'antologia di liriche di ispirazioni pansessualistiche. In questo gruppo si distinguevano Lundqvist e Martinson e in questi anni composero numerose liriche e antologie che risentivano della loro ardente passione letteraria.

Dalla fine degli anni'30 del secolo scorso, Lundqvist iniziò ad essere coinvolto dal surrealismo e le sue raccolte tendono ad essere più criptiche, anche se più profonde.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Glöd - Ardore, liriche, 1928
  • Vita nuda 1929
  • Jordisk prosa 1930
  • Svart stad 1930
  • Vit man - Uomo bianco, 1932
  • Negerkust, diario di viaggio, 1933
  • Floderna flyter mot havet 1934
  • Nattens broar 1936
  • Sirensång - Canto di sirena, 1937
  • Eldtema, poesie in prosa, 1939
  • Ikarus' flykt, saggi, 1939
  • Korsväg - Via Crucis, raccolta di poesie, 1942
  • Poesie tra animale e Dio, 1944
  • Skinn över sten - Pelle su pietre, liriche, 1947
  • Fotspår i vattnet 1949
  • Indiabrand 1950
  • Vallmo från Taschkent 1952
  • Malinga 1952
  • Liv som gräs 1953
  • Darunga, eller Varginnans spår 1954
  • Den förvandlade draken 1955
  • Vindingevals 1956
  • Så lever Kuba 1965
  • Självporträtt av en drömmare med öppna ögon 1966
  • Snapphanens liv och död 1968
  • Himlens vilja, su Gengis Khan, 1970
  • Krigarens dikt, su Alessandro Magno, 1976
  • Färdas i drömmen och föreställningen 1984

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Premio Lenin per la Pace - nastrino per uniforme ordinaria Premio Lenin per la Pace
— Mosca, 1958

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 19688578 LCCN: n/79/042251