Artrave: The Artpop Ball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Artrave: The Artpop Ball
Tour di Lady Gaga
Album Artpop
Inizio Stati Uniti Stati Uniti
4 maggio 2014
Fine Francia Francia
24 novembre 2014
Spettacoli
Cronologia dei tour di Lady Gaga
The Born This Way Ball Tour (2012)
Ladys Gaga logo tour.png

artRAVE: The Artpop Ball Tour è il quarto tour mondiale della cantante statunitense Lady Gaga, per la promozione del suo terzo studio album, Artpop (2013). Durante il periodo di promozione e pubblicazione del nuovo album Artpop, Lady Gaga ha tenuto un evento privato a New York conosciuto come ArtRave , dove ha eseguito brani dall'album in un ambiente ricco di opere d'arte di Jeff Koons, ideatore della copertina dell'album. Lady Gaga inoltre ha presentato davanti ad un nutrito pubblico di media, fans e curiosi, il primo vestito volante della storia, chiamato Volantis, ideato dalla Tech Haus, un'ala del suo team focalizzata sull'innovazione tecnologica.

Successivamente ha ripreso quindi il concetto dell'ArtRave, dando vita all'artRAVE: The ARTPOP Ball .

Le prime date del tour sono state annunciate tramite la pagina ufficiale di Gaga su Facebook il 3 dicembre 2013.[1] Dopo aver annullato gran parte delle tappe nordamericane del Born This Way Ball Tour, a causa di un grave infortunio all'anca che l'ha costretta ad un severo e lungo riposo. Gaga ha voluto iniziare il nuovo tour proprio dal Nord America, precisamente il 4 maggio 2014, a Fort Lauderdale, Florida. Il tour si concluderà il 24 Novembre a Parigi, e l'evento sarà trasmesso in diretta streaming.[2]

Il palco per il tour è somigliante a una caverna bianca e consiste in due sezioni, con passerelle che si uniscono nell'area del pubblico. Sono fatte di lucite il che le rende trasparenti, e dà la possibilità alla folla di ballarci sotto mentre è ancora possibile guardare lo show. Gaga ha usato un numero di diversi outfit per il tour: uno abbellito con delle ali dorate, uno in cui indossa un reggiseno di conchiglie, uno con tentacoli, uno fatto di lattice nero, uno ispirato ai Rave, e uno con un'ampia gonna bianca, realizzato dalla casa di moda Versace.

Il 17 Novembre è stato annunciato da Lady Gaga stessa che l'ultimo show dell'artRAVE che si terrà il 24 Novembre a Parigi precisamente a Bercy sarà mandato in diretta Streaming in tutto il mondo in collaborazione con Yahoo .

Sinossi originale[modifica | modifica wikitesto]

Lo spettacolo inizia con un video introduttivo sul tour, seguito da ballerini che appaiono sul palco con palloncini e gazing balls (le famose sfere specchianti ideate dall'artista Jeff Koons). Il video continua fino a quando Lady Gaga emerge da sotto il palco, indossando un body dorato con le ali. Procede a cantare Artpop e poi G.U.Y., quest'ultima con coreografie provenienti dal suo video musicale. La canzone seguente è Donatella, durante la quale, sullo schermo vengono mostrate stelle lampeggianti e formazioni di nubi colorate. Gaga esegue quindi "Fashion!" al piano e risale per un cambio di costume e così la band suona la parte restante della canzone.

La sezione successiva inizia con Venus, e all'improvviso grandi fiori gonfiabili sorgono dal basso sul palco. Gaga appare in bikini con conchiglie e utilizza anche una chitarra come un oggetto di scena. Dopo un breve discorso, vengono eseguite MANiCURE e Cake Like Lady Gaga. Gaga scompare all'interno per un altro cambiamento di vestito e la band suona un outro. Lei esce di nuovo sul palco in abito bianco e parrucca bionda mentre un video mostra il suo twirling sullo schermo. Viene cantata una breve versione di Just Dance, con i suoi ballerini vestiti come "gente di mare". La keytar a forma di cavalluccio marino è utilizzata per l'esecuzione. Successivamente vengono eseguite versioni brevi di Poker Face e Telephone e poi avviene il passaggio a un altro vestito.

La sezione seguente inizia con Lady Gaga che indossa un abito con i tentacoli ed esegue Partynauseous e Paparazzi con un po' 'di musica ambient e tranquillità. Mentre cammina sulle passerelle, i suoi ballerini portano il "Paw Chair Monster" e lo mettono su uno dei piccoli palchi. Gaga canta Do What U Want e verso la fine raggiunge il pianoforte per eseguire una versione acustica di Born This Way. Segue un discorso, successivamente inizia Jewels n 'Drugs e Gaga sparisce sotto il palco. Inizia un video intermedio che mostra la cantante ballare. Gaga si alza dal palco, indossando l'abito in lattice nero vicino al pianoforte e inizia a cantare il ritornello di Jewels n 'Drugs.

L'atto seguente inizia con Aura con i suoi ballerini sul palco principale. Viene portato un divano rosso sul quale Lady Gaga canta Sexxx Dreams. A seguito di questo, sedie bianche sono portate sul palco dai ballerini di Mary Jane Holland, durante la quale Gaga balla con le sedie. Alejandro si svolge sulle passerelle lucide, mentre Gaga dichiara che avrebbe cambiato il costume sul palco. Ratchet suona come un intro mentre Gaga è nuda e i suoi ballerini la aiutano a cambiarsi in abito e in parrucca ispirati al rave. La performance di Bad Romance inizia con la coreografia originale dal suo video musicale, seguita da Applause, durante la quale un video sullo sfondo mostra la cantante in vari travestimenti. Dopo Gaga esegue Swine, durante la quale i suoi danzatori lanciano con cannoni degli animali di peluche. Gaga lascia il palco per un cambiamento di costume finale e appare per eseguire Gypsy. Gaga esegue la maggior parte della canzone al pianoforte, poi si incammina lungo le passerelle per terminare la performance sul palco principale e per chiudere lo spettacolo.

Sinossi modificata[modifica | modifica wikitesto]

Lady Gaga durante la performance di ARTPOP
Performance della traccia Venus

Lo spettacolo inizia con un video introduttivo sul tour, seguito da ballerini che appaiono sul palco con palloncini e gazing balls ( le famose sfere specchianti ideate dall'artista Jeff Koons) . Il video continua fino a quando Lady Gaga emerge da sotto il palco, indossando un body dorato con le ali. Procede a cantare Artpop e poi G.U.Y., quest'ultima con coreografie provenienti dal suo video musicale. La canzone seguente è Donatella, durante la quale, sullo schermo vengono mostrate stelle lampeggianti e formazioni di nubi colorate. Gaga quindi scompare per un cambio di costume e così la band suona la parte restante della canzone.

La sezione successiva inizia con Venus, e all'improvviso grandi fiori gonfiabili sorgono dal basso sul palco. Gaga appare in bikini con conchiglie e utilizza anche una chitarra come un oggetto di scena. Dopo un breve discorso, viene eseguita MANiCURE. Gaga scompare all'interno per un altro cambiamento di vestito e la band suona un outro.

Lei esce di nuovo sul palco in abito bianco e parrucca bionda mentre un video mostra il suo twirling sullo schermo. Viene cantata una breve versione di Just Dance, con i suoi ballerini vestiti come "gente di mare". La keytar a forma di cavalluccio marino è utilizzata per l'esecuzione. Successivamente vengono eseguite versioni brevi di Poker Face e Telephone e poi avviene il passaggio a un altro vestito.

La sezione seguente inizia con Lady Gaga che indossa un abito con i tentacoli ed esegue Partynauseous e Paparazzi con un po' 'di musica ambient e tranquillità. Mentre cammina sulle passerelle, i suoi ballerini portano il "Paw Chair Monster" e lo mettono su uno dei piccoli palchi. Gaga canta Do What U Want e verso la fine raggiunge il pianoforte per eseguire una versione acustica di Dope, You and I e Born This Way. Segue un discorso, successivamente Gaga sparisce sotto il palco. Inizia un video intermedio che mostra la cantante ballare.

Abito molto scenico per Paparazzi
Lady Gaga chiude lo spettacolo cantando Gypsy.

Gaga si alza dal palco, indossando un abito in lattice nero. Inizia con una versione acustica di The Edge Of Glory seguita dalla performance di Judas. Successivamente Gaga esegue Aura con i suoi ballerini sul palco principale. Viene portato un divano rosso sul quale Lady Gaga canta Sexxx Dreams. Successivamente Alejandro si svolge sulle passerelle lucide, mentre Gaga dichiara che avrebbe cambiato il costume sul palco. Nelle date europee spesso a questo punto si esibisce con Bang Bang (He shot me down) da Cheek to Cheek, il suo nuovo album di cover in collaborazione con Tony Bennett, indossando una parrucca afro e una giacca rossa sul corpetto di lattice.

"Ratchet" suona come un intro mentre Gaga è nuda e i suoi ballerini la aiutano a cambiarsi in abito e in parrucca ispirati al rave. La performance di Bad Romance inizia con la coreografia originale dal suo video musicale, seguita da Applause, durante la quale un video sullo sfondo mostra la cantante in vari travestimenti. Dopo Gaga esegue Swine, durante la quale i suoi danzatori lanciano con cannoni degli animali di peluche.

Gaga lascia il palco per un cambiamento di costume finale e appare per eseguire Gypsy. Gaga esegue la maggior parte della canzone al pianoforte, poi si incammina lungo le passerelle per terminare la performance sul palco principale e per chiudere lo spettacolo.

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Gaga mentre canta la sua smash hit Applause

Le date del Nord America, hanno avuto un grande successo, essendo risultate tutte sold-out. Appena aperte le vendite nel Regno Unito, i biglietti complessivi disponibili all'acquisto sono andati esauriti in 120 secondi, registrando, come nel precedente tour un record di vendite, come è successo anche in Francia dove i biglietti sono andati esauriti in pochissimi minuti. [senza fonte] Il tour australiano, non è andato secondo le aspettative, gli organizzatori, infatti, pensarono di spostare la data di Sydney in una località più piccola, visto che dei 15 000 biglietti disponibili, solo la metà furono venuti, dopo un'ulteriore ribasso del prezzo di vendita pari al 30%.[3][4] La prima data europea del tour, tenutasi allo Stadio OAKA di Atene, ha raccolto circa 20 000 spettatori, riempiendo poco meno di un terzo la capienza dello stadio.[5] Nemmeno nella capitale francese il tour è riuscito a suscitare interesse, secondo i quotidiani nazionali, le prime due date parigine allo Zénith, non hanno riscosso il successo sperato, infatti, molti biglietti sono rimasti invenduti.[6][7]

Secondo la rivista americana Forbes, il tour ha avuto un deprezzamento dei biglietti in molte date europee pari o, addirittura, molto vicino al 90%, nello specifico nelle date di Parigi e Barcellona, dove, in quest'ultima città, i biglietti sono stati rivenduti a prezzi esageratamente bassi.[8]

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

John Walker da MTV News ha esaminato il concerto di apertura a Fort Lauderdale, ed è stato colpito dallo spettacolo. Ha particolarmente apprezzato il segmento, quando, dopo la performance di Alejandro, Lady Gaga ha deciso di cambiare il suo costume sul palco e lo ha fatto con l'aiuto dei suoi stilisti. Walker ha aggiunto che "per dimostrare questo, Gaga strappò la parrucca verde fino alle spalle verde a ridosso della sua testa. Sì, ha letteralmente strappato la sua parrucca. Richiama alla spedizione warholiana?" Walker ha inoltre sottolineato in un'altra recensione per MTV che il tour ha ampliato caratteristici collegamenti di Gaga "fan-to-artista" e teatralità che aveva sviluppato con il The Born This Way Ball Tour. Melissa Ruggieri da The Atlanta Journal-Constitution rivisto lo spettacolo al Philips Arena. Ha dato un feedback positivo su tutto lo spettacolo, considerando il cameratismo di Gaga con i suoi fan e il pubblico come onesto e un punto culminante. Ruggieri ha complimentato la voce di Gaga e le prestazioni dei suoi precedenti singoli di successo, che lei credeva impallidì i brani di Artpop. Adam Carlson da Billboard ha elogiato lo show dicendo che si è rivelato lo "spettacolo" in una "sorpresa". Si complimentò per la coreografia ed i cambiamenti di costume continui, spiegando che "a parlare di prestazioni [Gaga] è più divertente che ascoltarla, ma non prenderlo come un insulto. C'è solo un sacco di cui parlare". Scott Mervis di Pittsburgh Post-Gazette ritiene che l'attuale "rave" del tour è iniziato con spettacoli di Gaga di Just Dance e Poker Face e l'interpretazione acustica di Born This Way, al Consol Energy Center. Chris Richards da The Washington Post ha detto che "per un concerto pop in un'arena [Verizon Center], si sentiva bene. Come un esercizio pubblico in un reciproco, l'amore incondizionato, si sentiva unico da Gaga". Hilary Hughes da Fuse ha scritto che la voce di Gaga suonavano addestrata e "impeccabile" nello show. Glenn Gamboa da Newsday è stato colpito dalle prestazioni, dicendo: "Se sia stato il goofiness di Venus, la giocosità di 'Donatella' o l'animato ritornello di Do What U Want, che ha coronato un po' 'a cappella di gospel, ha riempito le canzoni con un'intensità che era contagiosa ". Lauren Moraski da CBS News ha ritenuto che Gaga era in" full-forza "durante il concerto e sembrava a casa "con la folla di New York. Frank Scheck da The Hollywood Reporter ha elogiato l'allestimento del palcoscenico, i costumi e l'aspetto generale di intrattenimento del tour, dicendo che" a differenza di Madonna, che si impegna similmente, ma decisamente in modo freddo, over-top teatralità, Gaga investe i suoi spettacoli con una dolcezza innegabile e il cuore. "Scheck è stato positivo sulle prestazioni di canzoni come Gypsy e Born This Way. Ross Raihala da St. Paul Pioneer Press lodato Gaga per aver cambiato il mix delle canzoni di Artpop per le esibizioni dal vivo, dando a loro una nuova dimensione sul palco. Egli ha anche notato come i costumi erano meno "appariscenti" rispetto ai suoi vestiti precedenti. Chuck Yarborough da The Plain Dealer ha notato che le basi musicali sono state utilizzate per alcune delle canzoni, ma è stato colpito da Gaga e l'energia del suo ballerino. Credeva che il contralto durante Do What U Want, dimostrava che Gaga "è terribilmente sottovalutata come cantante e musicista". Jim Harrington da San Jose Mercury News ha definito lo spettacolo "un tormentone assoluto" e meglio del Born This Tour Way Ball.

Le recensioni dell'unica data italiana ad Assago, sono state molto positive, tra cui quelle del Corriere della Sera che tra i punti di forza del concerto dice: «lo spettacolo è ripulito dalle trovate kitsch dei tour precedenti, a partire dal palco, a metà fra un mondo sommerso e un villaggio da isoletta greca.»[9]; riguardo alla cantante Rolling Stone dice: «...è sempre Lady Gaga e non ce ne sono molte in giro così» [10]. Molto diversa, invece, la recensione di Vogue che dice: «Forse l'astro di Lady Gaga non è più fulgido come un tempo. Ma non importa, perché per due ore, ci siamo sentiti artisti, potenti, liberi di realizzare quello che lei chiama per tutto il concerto “italian dream”. E in cui noi forse non credevamo neanche più»[11]

Artisti d'apertura[modifica | modifica wikitesto]

  • Lady Starlight - (Nord America dal 4 maggio 2014 al 2 agosto 2014)
  • Hatsune Miku - (Nord America dal 6 maggio 2014 al 3 giugno 2014)
  • Crayon Pop - (Nord America dal 26 giugno 2014 al 22 luglio 2014
  • Babymetal - (Nord America dal 30 luglio 2014 al 6 agosto 2014)

Scaletta Attuale[modifica | modifica wikitesto]

  1. ARTPOP
  2. G.U.Y.
  3. Donatella
  4. Venus
  5. MANiCURE
  6. Just Dance
  7. Poker Face
  8. Telephone
  9. Paparazzi
  10. Do What U Want
  11. Dope (Piano)
  12. Yoü and I (Piano)
  13. Born This Way (Piano)
  14. The Edge of Glory (Acoustic)
  15. Judas
  16. Aura
  17. Sexxx Dreams
  18. Mary Jane Holland
  19. Alejandro
  20. Bang Bang ( He shot me down )
  21. Bad Romance
  22. Applause
  23. Swine
  24. Gypsy

Variazioni della scaletta[modifica | modifica wikitesto]

  • Durante la performance a Fort Lauderdale, Gaga ha debuttato con il duetto inedito ft. Kendrick Lamar, Partynauseous.
  • Durante la performance a New York City, il rapper T.I. si è unito a Gaga sul palco per eseguire Jewels n 'Drugs.
  • Durante la performance a St. Paul, Gaga ha eseguito una versione a cappella di The Queen.
  • Lady Gaga il 25 Maggio a Calgary ha eseguito in aggiunta alla scaletta la canzone Hair.
  • Durante la performance a San Diego, Gaga ha eseguito una versione acustica di Marry The Night.
  • Durante la peformance a Montreal ha eseguito una versione acustica di The Edge Of Glory.
  • Durante la performance a Ottawa, Gaga ha eseguito una cover della canzone I've Got Crush on You di George Gershwin.
  • Durante la performance a Buffalo (Minnesota), Gaga non ha eseguito Mary Jane Holland ma The Queen.
  • Dalla tappa di Toronto del 9 luglio 2014 è presente una nuova scaletta.
  • Durante la tappa a Phoenix (Arizona), Dope è presente nella scaletta.
  • Fashion! Cake Like Lady Gaga, e Mary Jane Holland sono state presenti nella scaletta dal 4 maggio al 3 giugno.
  • Durante la seconda tappa a Melbourne, in Australia, dopo Venus ha eseguito una parte a cappella dell'inedita Brooklyn Nights.
  • Durante la tappa a Dubai del 10 settembre, per rispettare la cultura del paese, Gaga ha rimosso Aura e Judas dalla scaletta e ha in parte censurato Bad Romance e Sexxx Dreams (diventato X Dreams) e infine ha modificato alcuni dei suoi Outfit.
  • Durante la tappa di Tel Aviv del 13 settembre 2014 Gaga ha eseguito il brano Yoü and I ed ha cantato I Can't Give You Anything but Love insieme a Tony Bennett.
  • Durante la tappa di Istanbul del 16 Settembre 2014 Gaga ha eseguito il brano Yoü and I ed non ha eseguito Dope.
  • Durante la tappa di Atene del 19 Settembre 2014 Gaga ha nuovamente eseguito il brano Yoü and I.
  • Dalla tappa di Amsterdam è ripresente in scaletta Mary Jane Holland.
  • Durante il concerto di Berlino , Lady Gaga ha eseguito la cover acustica di Marry the Night, in dedica ad un fan, essere stata eseguita Alejandro è stato eseguito il brano estratto da Cheek to Cheek Bang Bang (My Baby Shot Me Down)
  • Durante il concerto di Vienna del 2 novembre, Lady Gaga ha eseguito la cover di What's Up?, brano di Linda Perry delle 4 Non Blondes.
  • Durante lo show a Birmingham Lady Gaga non ha eseguito Judas e Aura
  • Durante lo show di Glasgow Lady Gaga no ha eseguito Judas e Aura, ma una cover acustica di Dance in the Dark e Marry the Night

Date concerti e incassi[modifica | modifica wikitesto]

Data Città Stato Luogo Biglietti disponibili / Biglietti venduti Incasso
Nord America[12][13][14][15]
4 maggio 2014 Sunrise Stati Uniti Stati Uniti BB&T Center 12,977 / 12,977 (100%) $1,173,695
6 maggio 2014 Atlanta Philips Arena 10,480 / 10,480 (100%) $941,142
8 maggio 2014 Pittsburgh Consol Energy Center 12,185 / 12,185 (100%) $961,090
10 maggio 2014 Uncasville Mohegan Sun Arena 7,722 / 7,722 (100%) $564,692
12 maggio 2014 Washington Verizon Center 14,866 / 14,866 (100%) $1,014,800
13 maggio 2014 New York City Madison Square Garden 14,326 / 14,326 (100%) $1,625,812
15 maggio 2014 Filadelfia Wells Fargo Center 15,424 / 15,424 (100%) $1,037,606
17 maggio 2014 Detroit Joe Louis Arena 11,971 / 11,971 (100%) $954,173
18 maggio 2014 Cleveland Quicken Loans Arena 12,792 / 12,792 (100%) $1,000,814
20 maggio 2014 Saint Paul Xcel Energy Center 10,084 / 10,084 (100%) $796,395
22 maggio 2014 Winnipeg Canada Canada MTS Centre 12,507 / 12,507 (100%) $974,017
25 maggio 2014 Calgary Scotiabank Saddledome 12,662 / 12,662 (100%) $982,731
26 maggio 2014 Edmonton Rexall Place 13,855 / 13,855 (100%) $1,053,861
2 giugno 2014 San Diego Stati Uniti Stati Uniti Viejas Arena 9,332 / 9,332 (100%) $851,927
3 giugno 2014 San Jose SAP Center 13,622/13,622 (100%) $1,201,315
26 giugno 2014 Milwaukee Anfiteatro Marcus 18,201/23,089 (70%) $1,169,670
28 giugno 2014 Atlantic City Boardwalk Hall 13,363/13,363 (100%) $1,366,626
30 giugno 2014 Boston TD Garden 13,848/13,848 (100%) $1,190,212
2 luglio 2014 Montreal Canada Canada Centre Bell 12,709/12,709 (100%) $965,286
4 luglio 2014 Quebec City Plains of Abraham
5 luglio 2014 Ottawa LeBreton Flats
7 luglio 2014 Buffalo Stati Uniti Stati Uniti First Niagara Center 12,076/12,076 (100%) $874,785
9 luglio 2014 Toronto Canada Canada Air Canada Centre 15,813/15,813 (100%) $1,355,260
11 luglio 2014 Chicago Stati Uniti Stati Uniti United Center 15,112/15,112 (100%) $1,314,360
14 luglio 2014 San Antonio AT&T Center 10,125/10,125 (100%) $888,278
16 luglio 2014 Houston Toyota Center 11,410/11,410 (100%) $967,441
17 luglio 2014 Dallas American Airlines Center 11,949/11,949 (100%) $1,006,048
19 luglio 2014 Las Vegas MGM Grand Garden Arena 24,948/24,948 (100%) $1,189,990
21 luglio 2014 Los Angeles Staples Center 26,923/26,923 (100%) $2,444,324
22 luglio 2014
25 luglio 2014 Atlanta Centennial Olympic Park
30 luglio 2014 Phoenix US Airways Center 8,187/8,187 (100%) $670,198
1º agosto 2014 Las Vegas MGM Grand Garden Arena 24,948/24,948 (100%) $1,189,990
2 agosto 2014 Stateline Harveys Outdoor Arena 7,189/7,189 (100%) $997,536
4 agosto 2014 Salt Lake City EnergySolutions Arena 9,359/9,359 (100%) $516,910
6 agosto 2014 Denver Pepsi Center 10,660/10,660 (100%) $853,570
8 agosto 2014 Seattle KeyArena 10,882/10,882 (100%) $874,668
9 agosto 2014 Vancouver Canada Canada Rogers Arena 13,449/13,449 (100%) $962,524
Asia[15]
13 agosto 2014 Chiba Giappone Giappone Chiba Marine Stadium 50,453/50,453 (100%) $7,874,436
14 agosto 2014
16 agosto 2014 Seul Corea del Sud Corea del Sud Stadio Olimpico
Oceania[15]
20 agosto 2014 Perth Australia Australia Perth Arena 8,120/8,120 (100%) $744,661
23 agosto 2014 Melbourne Rod Laver Arena 17,253/17,253 (100%) $1,732,910
24 agosto 2014
26 agosto 2014 Brisbane Entertainment Centre 9,249/9,249 (100%) $913,894
30 agosto 2014 Sydney All Phones Arena 20,445/20,445 (100%) $1,818,090
31 agosto 2014
Asia[15]
10 settembre 2014 Dubai Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Meydan Racecourse 8,365/8,365 (100%) $1,835,201
13 settembre 2014 Tel Aviv Israele Israele Yarkon Park 18,984/18,984 (100%) $1,786,945
16 settembre 2014 Istanbul Turchia Turchia Stadio İTÜ 19,157/19,157 (100%) $1,123,106
Europa[15]
19 settembre 2014 Atene Grecia Grecia Stadio Olimpico 26,860/26,860 (100%) $941,091
23 settembre 2014 Anversa Belgio Belgio Sportpaleis 15,188/15,188 (100%) $1,394,133
24 settembre 2014 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi Ziggo Dome 14,196/14,196 (100%) $1,273,725
27 settembre 2014 Herning Danimarca Danimarca Jyske Bank Boxen 10,534/10,534 (100%) $916,980
29 settembre 2014 Oslo Norvegia Norvegia Telenor Arena 8,948/8,948 (100%) $708,509
30 settembre 2014 Stoccolma Svezia Svezia Ericsson Globe
3 ottobre 2014 Amburgo Germania Germania O2 World 11,430/11,430 (100%) $1,094,202
5 ottobre 2014 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca O2 Arena 10,734/10,734 (100%) $776,719
7 ottobre 2014 Colonia Germania Germania Lanxess Arena
9 ottobre, 2014 Berlino O2 World
15 ottobre 2014 Birmingham Regno Unito Regno Unito National Indoor Arena
17 Ottobre 2014 Dublino Irlanda Irlanda The O2
19 ottobre 2014 Glasgow Regno Unito Regno Unito SSE Hydro
21 ottobre 2014 Manchester Phones 4u Arena
23 ottobre 2014 Londra The O2 Arena
25 ottobre 2014
26 ottobre 2014
30 ottobre 2014 Parigi Francia Francia Zénith
31 ottobre 2014
2 novembre 2014 Vienna Austria Austria Wiener Stadthalle
4 novembre 2014 Milano Italia Italia Mediolanum Forum
6 novembre 2014 Zurigo Svizzera Svizzera Hallenstadion
8 novembre 2014 Barcellona Spagna Spagna Palau Sant Jordi
10 novembre 2014 Lisbona Portogallo Portogallo MEO Arena
13 novembre 2014 Birmingham Regno Unito Regno Unito National Indoor Arena
16 novembre 2014 Glasgow SSE Hydro
20 novembre 2014 Sheffield Motorpoint Arena Sheffield
22 novembre 2014 Newcastle Metro Radio Arena
24 novembre 2014 Parigi Francia Francia Bercy

Concerti annullati o spostati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jason Lipshutz, Lady Gaga Unveils ARTPOP Ball North American Tour in Billboard, Nielsen Media Group, 3 dicembre 2013. URL consultato il 5 maggio 2014.
  2. ^ artRAVE live from Paris.
  3. ^ (EN) Lady Gaga kicks off Australian tour at Perth Arena, audience includes Queen in News Corp Australia, 21 agosto 2014. URL consultato il 26 settembre 2014.
  4. ^ (EN) Sophie Joske, Lady Gaga Throws Shade At Perth Reviewer in OutInPerth, 25 agosto 2014. URL consultato il 26 settembre 2014.
  5. ^ (EL) Νικόλας Αρώνης, Νίκος Χριστοφάκης, Yπερθέαμα για... λίγους, 20 settembre 2014. URL consultato il 26 settembre 2014.
  6. ^ (FR) Charles Binick, Lady Gaga enflamme le Zénith de Paris in Le Figaro, Socpresse, 31 ottobre 2014. URL consultato il 27 novembre 2014.
  7. ^ (FR) Éric Bureau, Hier soir au Zénith de Paris : Lady Gaga tout feu toutes larmes in Le Parisien, Groupe Amaury, 31 ottobre 2014. URL consultato il 27 novembre 2014.
  8. ^ (EN) Jesse lawrence, Lady Gaga Tickets In Europe Listed Up To 90% Below Face Value On Secondary Market in Forbes, Forbes publishing, 5 novembre 2014. URL consultato l'8 novembre 2014.
  9. ^ Andrea Laffranchi, Delirio per Lady Gaga a Milano in Corriere della Sera, RCS MediaGroup, 4 novembre 2014. URL consultato il 06 novembre 2014.
  10. ^ Silvia Danielli, Lady Gaga a Milano: «Ci vuole coraggio per essere gay in Italia oggi» in Rolling Stone, Wenner Media LLC, 5 novembre 2014. URL consultato il 6 novembre 2014.
  11. ^ Sofia Viganò, Lady Gaga artRAVE: il concerto di Milano in Vogue (rivista), Condé Nast Publications, 5 novembre 2014. URL consultato il 6 novembre 2014.
  12. ^ http://www.ladygaga.com/artrave-the-artpop-ball
  13. ^ Lady Gaga Unveils ARTPOP Ball North American Tour in Billboard, Prometheus Global Media, 3 dicembre 2013.
  14. ^ Billboard Boxscore :Current Scores in Billboard, Prometheus Global Media, 18 giugno 2014. URL consultato il 18 giusgno 2014.
  15. ^ a b c d e Billboard Boxscore :Current Scores in Billboard, Prometheus Global Media, 8 ottobre 2014. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  16. ^ a b (EN) Francois Marchand, Lady Gaga postpones Seattle and Vancouver concerts due to illness in Vancouver Sun, 29 maggio 2014. URL consultato il 29 maggio 2014.