Arti e Mestieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arti e mestieri
Paese d'origine Italia Italia
Genere Fusion
Rock progressivo
Periodo di attività 1974 – in attività
Etichetta Electromantic Music
Album pubblicati 11
Studio 8
Live 2
Raccolte 1
Sito web

Gli Arti e Mestieri sono un gruppo storico del progressive e del jazz-rock mondiale . Formatisi nel 1974 per opera di Furio Chirico, ex batterista dei The Trip e de I Ragazzi del Sole, Beppe Crovella (dai Mystics) e da 4 musicisti di Torino, sopraggiunti dal gruppo "Sogno Di Archimede", ossia Arturo Vitale, Gigi Venegoni, Giovanni Vigliar e Marco Gallesi, il gruppo è tuttora in attività.

Il gruppo[modifica | modifica sorgente]

Arti e Mestieri sono un gruppo jazz rock italiano di fama mondiale, attualmente ancora in attività. Il loro sound per certi aspetti si accosta al contesto progressive, ma senz'altro l'impronta che hanno lasciato dietro di sé negli anni, profuma molto di jazz.

Esordiscono al Parco Lambro di Milano nel 1974 al festival di Re Nudo con la formazione composta da Furio Chirico (batteria), Beppe Crovella (piano, organo, mellotron, sintetizzatore), Marco Gallesi (basso), Gigi Venegoni (chitarra, sintetizzatore), Giovanni Vigliar (violino, voce), Arturo Vitale (sassofono soprano e baritono, clarinetto, vibrafono)

Sin dagli albori, "Arti e Mestieri" è stata considerata, in Italia come all'estero, una delle più interessanti e significative band del Rock progressivo. Lo stile può essere definito, a seconda, sia come "classical progressive Rock" seppur con utilizzo di armonie di Jazz avanzato, che come "Jazz rock sinfonico", in quanto la band utilizza armonie sinfoniche raramente presenti nel semplice jazz rock.

Gli "Arti e Mestieri" cominciarono la loro stabile e più che trentennale attività artistica nel 1974.

La formazione originale era così composta: Gigi Venegoni alla chitarra, Giovanni Vigliar al violino, Arturo Vitale al sax e vibrafono; si aggiungono alla band Marco Gallesi al basso, Furio Chirico alla batteria e percussioni, Beppe Crovella al piano.

Il debutto della band si svolge durante il Festival Del Proletariato Giovanile a Parco Lambro, con un'audience di 45000 persone semplicemente estasiate.

Tilt, il primo album, fu registrato a Roma, e divenne immediatamente un classico del prog rock per la sua originalità. Seguirono tour nei teatri con la Premiata Forneria Marconi ed i Gentle Giant.

L'anno successivo, dopo una nuova esibizione al Parco Lambro, la cosiddetta "Woodstock italiana" fu la volta di Giro di valzer per domani, il secondo album, che punta una maggiore enfasi sul jazz rock.

Si può ascoltare in questo album, alla voce, Gianfranco Gaza, poi scomparso nel 1986.

Subito dopo l'ideazione (ma non realizzazione) di quello che avrebbe dovuto essere il loro terzo album (Necropoli), abbiamo il primo ridimensionamento della band con l'uscita di Gigi Venegoni e Marco Gallesi, che si impegnarono rispettivamente nel Venegoni & co ed Esagono.

Il terzo album Quinto Stato vede la luce nel 1979, quando ormai il genere progressive rock andava scemando di interesse e l'epoca d'oro poteva dirsi definitivamente chiusa. Infatti la band cambia il proprio assetto continuamente, e conta all'attivo 11 LP tra studio, live e collezioni, e numerosi concerti.

Formazioni[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 1974[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 1975[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 1979[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 1983[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 1984[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 1985[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 2001[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 2003[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 2005[modifica | modifica sorgente]

Componenti nel 2010

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

45 giri[modifica | modifica sorgente]

CD[modifica | modifica sorgente]

Ep[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo