Arsenio Martínez Campos y Antón

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arsenio Martínez Campos y Antón

Arsenio Martínez Campos y Antón (Segovia, 1831Zarauz, 1900) è stato un generale spagnolo.

Dopo aver combattuto in Marocco (1860), in Messico (1862) e a Cuba (1869), comandò le truppe sostenitrici di Alfonso XII di Spagna contro i carlisti ed i repubblicani, debellandoli nel 1874.

Inviato di nuovo a Cuba nel 1876, firmò con i rivoltosi, privi del loro comandante Calixto García Iñíguez, il cosiddetto trattato di Zanjón (1878), che pose fine alla guerra dei dieci anni.

Divenuto nel 1879 primo ministro della Spagna, si dimise in fretta, ma nel 1881 fu ministro della guerra. Dimessosi nel 1883, fu capitano generale madrileno (1887) e governò la Catalogna dal 1889.

Nel 1895 tornò a Cuba, per trattare, purtroppo invano, con il vecchio rivale Calixto García Iñíguez, tornato in quell'anno all'attacco.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 87706671

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie