Arnoglossus laterna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Suacia" rimanda qui. Se stai cercando il villaggio montenegrino di Suacia, vedi Šas.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Suacia
Arnoglossus laterna 2.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Pleuronectiformes
Famiglia Bothidae
Genere Arnoglossus
Specie A. laterna
Nomenclatura binomiale
Arnoglossus laterna
Walbaum, 1792

Arnoglossus laterna, noto in italiano come suacia, è un pesce osseo marino della famiglia Bothidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È presente nel mar Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico orientale tra la Norvegia e le coste africane. Nei mari italiani è comune.

Si può incontrare ad una gamma di profondità molto ampia, da 50 a 1000 metri sebbene sia comune soprattutto su fondali sabbiosi o fangosi sui 100 metri.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti i pesci piatti ha corpo asimmetrico con entrambi gli occhi su un lato (in questa specie il sinistro). Il pesce ha una forma ovale. Gli occhi sono molto vicini fra loro. La bocca è ampia. I primi raggi della pinna dorsale non sono allungati, questa pinna ha 87 a 93 raggi, la pinna anale ne ha da 65 a 74. Le scaglie cadono facilmente dal corpo al semplice contatto con le mani. La linea laterale è dritta ma forma una curva verso l’alto all’altezza della pinna pettorale. Il lato cieco non porta la linea laterale.

Il colore è grigiastro o giallastro semitrasparente sul lato che porta gli occhi e roseo o biancastro s quello cieco. Il corpo e le pinne spesso sono cosparsi di puntini scuri molto piccoli.

Misura fino a 15 cm di lunghezza.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

C'è un evidente dimorfismo sessuale, il maschio è più piccolo con bocca meno ampia. Da alcuni ittiologi del passato le femmine adulte sono state attribuite alla specie Arnoglosus macrostoma, oggi considerata sinonimo di A. laterna.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si ciba di crostacei bentonici.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Avviene durante tutta la buona stagione. Le uova ed i giovanili prima della metamorfosi sono pelagici.

Larva di A. laterna

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Si cattura molto di frequente con le reti a strascico ma, date le piccole dimensioni, finisce nella minutaglia per zuppe o per la frittura di paranza. Non abbocca agli ami. Ha carni buone.

Specie affini[modifica | modifica wikitesto]

La suacia fosca (Arnoglossus kessleri Schmidt, 1915) è molto simile alla suacia da cui si distingue per avere le squame più grandi (38-42 sulla linea laterale contro 51-56 di A. laterna), per avere 72-77 raggi sulla pinna dorsale e 51-57 nella pinna anale. Il colore è più scuro, marrone, con chiazze scure su corpo e pinne. La taglia non supera gli 8 cm. Sembra che viva a profondità minori della suacia, a non oltre 50 metri. È diffusa nel mar Mediterraneo e nel mar Nero. Nei mari italiani è molto meno comune che A. laterna.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, 1991 ISBN 88-425-1003-3
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 88-8039-472-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci