Arnaldo Ninchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Arnaldo Ninchi (Pesaro, 17 dicembre 1935Roma, 6 maggio 2013) è stato un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato in una famiglia di attori, sia il padre Annibale che lo zio Carlo erano attori come pure la loro cugina Ave, muove i primi passi sportivi presso il Club Scherma Pesaro quindi gioca a pallacanestro nella Victoria Libertas Pesaro e a diciassette anni gioca in nazionale. Nel 1959 si diploma all'Accademia d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” e inizia a lavorare nel teatro all'inizio nelle compagnie teatrali più famose, successivamente ne fonda una propria. In televisione inizia a lavorare portando in scena un ciclo di tre commedie del teatro di Eduardo De Filippo.

Ha lavorato più volte per Pupi Avati, Pasquale Pozzessere e Gianpaolo Tescari. Nella serie televisiva Boris, dove interpreta il dr. Cane, non viene mai inquadrato in volto, tranne per pochi secondi negli episodi finali della terza stagione (2010).

Nel 1992 ha donato i copioni teatrali in suo possesso alla Biblioteca e Museo teatrale del Burcardo di Roma; inoltre ha donato fotografie, programmi, ritagli stampa e carte amministrative al Museo Biblioteca dell'Attore del Teatro di Genova[1] che gli ha intitolato un fondo come già aveva fatto per suo padre[2].

Doppiatore e direttore del doppiaggio, Arnaldo è stato fondatore insieme ad altri attori (per lo più di teatro) della Sonora doppiaggio. Una delle più serie e oneste società di doppiaggio; fra i loro soci vi erano Marco Gugliemi, Clara Bindi, Paolo Magliozzi (assistente). Gli ultimi suoi doppiaggi sono stati dei ridoppiaggi di alcuni film tv della BBC per la seconda collana di DVD della Shakespeare Collection di Repubblica nel 2012. Ecco una breve lista:

Si è spento il 6 maggio 2013[3].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

  • Le pecore nere, miniserie televisiva, regia di Giorgio Albertazzi (1961)
  • Dossier Mata Hari, serie televisiva, regia di Mario Landi (1967)
  • Sacco e Vanzetti, miniserie televisiva, regia di Giacomo Colli (1977)
  • Spot Till Flai, assorbenti ascellari (1987)
  • Le due croci, film TV, regia di Silvio Maestranzi (1988)
  • È proibito ballare, serie televisiva, regia di Pupi Avati, Cesare Bastelli, Fabrizio Costa (1989)
  • Voci notturne, miniserie televisiva, regia di Fabrizio Laurenti (1995)
  • La famiglia Ricordi, miniserie televisiva, regia di Mauro Bolognini (1995)
  • Il caso Fenaroli, film TV, regia di Gianpaolo Tescari (1996)
  • Incantesimo, serie televisiva, regia di Gianni Lepre e Alessandro Cane (1998)
  • La vita che verrà, miniserie televisiva, regia di Pasquale Pozzessere (1999)
  • Piccolo mondo antico, miniserie televisiva, regia di Cinzia Torrini (2001)
  • Onora il padre, miniserie televisiva, regia di Gianpaolo Tescari (2001)
  • Il lato oscuro, miniserie televisiva, regia di Gianpaolo Tescari (2002)
  • La casa dell'angelo, film TV, regia di Giuliana Gamba (2002)
  • Le stagioni del cuore, serie televisiva, regia di Antonello Grimaldi (2004)
  • Don Bosco, miniserie televisiva, regia di Lodovico Gasparini (2004)
  • La provinciale, miniserie televisiva, regia di Pasquale Pozzessere (2006)
  • Boris, serie televisiva, regia di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo (2007)
  • Coco Chanel, miniserie televisiva, regia di Christian Duguay (2008)
  • L'ultimo papa re, miniserie televisiva, regia di Luca Manfredi (2013)

Sceneggiatura[modifica | modifica sorgente]

  • Stasera in quel palazzo, mediometraggio, regia di Michelangelo Pepe (1991)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fondo Arnaldo Ninchi
  2. ^ Fondo Annibale Ninchi
  3. ^ Pesaro piange Arnaldo Ninchi, il grande attore è morto a 78 anni, ilrestodelcarlino.it, 6 maggio 2013. URL consultato il 6 maggio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]