Armstrong Siddeley Mongoose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Armstrong Siddeley Mongoose
ASMongoose.JPG
L'Armstrong Siddeley Mongoose che equipaggia l'Hawker Tomtit appartenente alla Shuttleworth Collection.
Descrizione
Costruttore Regno Unito Armstrong Siddeley
Tipo motore radiale
Numero di cilindri 5
Raffreddamento ad aria
Distribuzione OHV 2 valvole per cilindro
Dimensioni
Lunghezza 929,6 mm (36,6 in)
Diametro 1 158 mm (45,6 in)
Cilindrata 8,85 L (540 in³)
Alesaggio 127 mm (5 in)
Corsa 139,7 mm (5,5 in)
Rap. di compressione 5,0:1
Peso
A vuoto 154 kg (340 lb)
Prestazioni
Potenza 135 hp (101 kW) a 1 750 giri/min
Combustibile benzina 77 ottani
Note
dati riferiti alla versione Mongoose I e tratti da Lumsden [1]
voci di motori presenti su Wikipedia

Il Armstrong Siddeley Mongoose era un motore aeronautico radiale 5 cilindri raffreddato ad aria, prodotto dall'azienda britannica Armstrong Siddeley nella seconda parte degli anni venti.

Dal Mongoose verrà sviluppato il Serval a 10 cilindri raddoppiando la stella su due file.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

Mongoose I
prima versione realizzata nel 1926, capace di erogare una potenza di 135 hp (101 kW) a 1 750 giri/min al livello del mare (bmep=115,7 psi).
Mongoose II
1930, 155 hp (116 kW).
Mongoose III
1929.
Mongoose IIIA
1929, destinata ai velivoli di uso civile.
Mongoose IIIC
1929, versione militare basata sul IIIA.

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Australia Australia
Regno Unito Regno Unito

Motori comparabili[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti Stati Uniti
URSS URSS

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lumsden 2003, pag. 69

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Lumsden, Alec. British Piston Engines and their Aircraft. Marlborough, Wiltshire: Airlife Publishing, 2003. ISBN 1-85310-294-6.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]