Arma a canna liscia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un'arma a canna liscia, a differenza di una a canna rigata, possiede una canna cilindrica totalmente priva di filettatura al suo interno, e può essere a canna lunga e a canna corta.

Il vantaggio della canna liscia su quella rigata è data dalla grande varietà di munizioni sparabili, oltreché generalmente una maggior semplicità di costruzione e robustezza, ma il lancio di proiettili singoli è penalizzata dalla assenza di rigatura stabilizzante.

In passato (pre-XVIII secolo) tutte le armi erano a canna liscia, ma con la scoperta della rigatura queste armi diventarono obsolete, tenute solo in alcuni casi.

Le canne lisce più comuni sono quelle dei fucili a canna liscia, la quale caratteristica dà a queste armi la capacità di sparare svariati tipi di proiettili (vedi munizioni da fucile a canna liscia). Questa versatilità è data dalla assenza di rigatura, in quanto sparare una carica di pallettoni la rovinerebbe.

Un Rheinmetall 120 mm del Leopard 2E (versione spagnola)

Altro tipo di canna liscia sono i cannoni (generalmente da carro armato) che sparano proiettili auto stabilizzanti, come razzi o proiettili assistiti a razzo, dotati di alette per la stabilizzazione indipendente. Il primo carro armato ad avere questo tipo di cannone è il T-62, e oggi tutti i maggiori carri armati tranne il Challenger 2 e l'Arjun sono dotati di canna liscia. Tipico esempio ancora in uso è il Rheinmetall 120 mm del Leopard 2 e M1 Abrams, che sparano proiettili quali il M712 Copperhead o l'APFSDS.

Altra classi di armi sempre a canna liscia sono i mortai caricati da bocca, in quanto i proiettili sono stabilizzati da alette, e molti cannoni senza rinculo portatili, come il Bazooka o l'RPG-7.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]