Arlette Laguiller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arlette Laguiller

Arlette Yvonne Laguiller (Les Lilas, 18 marzo 1940) è una politica francese.

Ex impiegata della famosa banca Crédit Lyonnais, da giovane ha militato in varie organizzazioni di estrema sinistra finché nel 1968 si è iscritta a Lutte Ouvrière, partito di ispirazione trotskista di cui era la porta voce (1973-2009).

Si è candidata alle elezioni presidenziali del 1974 ed ha ottenuto il 2,33% dei voti; ha riproposto la sua candidatura per l'Eliseo anche nel 1981, nel 1988, nel 1995 e nel 2002, raccogliendo sempre simili percentuali di voti (è andata meglio nell'ultima occasione, in cui ha racimolato il 5,72% dei consensi).

Nel corso della sua carriera politica la Laguiller è diventata consigliere comunale di Lilas e regionale d'Ile de France, nonché deputato europeo dal 1999 al 2004. Nel secondo turno delle presidenziali del 2002, quando si sfidarono Jacques Chirac e Jean-Marie Le Pen, fu l'unica dirigente politica di un certo peso che non votò per il più moderato tra i candidati, sostenendo che "non si sceglie tra la peste ed il colera": paradossalmente dopo questa affermazione perse la stima di numerosi politici di sinistra ma venne parzialmente rivalutata da alcuni esponenti dell'estrema destra.

È stata candidata all'Eliseo nelle elezioni presidenziali del 2007 dove ha ottenuto al primo turno 487.857 voti (1,33%), venendo esclusa dal successivo ballottaggio.[1] Secondo il suo annuncio, dopo questa candidatura (la sesta) si ritirerà a vita privata.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • I comici transalpini ironizzano sul suo modo di cominciare ogni comizio politico: "Lavoratori, lavoratrici! Vi stanno derubando, vi stanno spogliando!".
  • Nel 1995 Alain Souchon ha scritto e cantato un brano dal titolo Arlette Laguiller.
  • Ha scritto sei libri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Ratifica ufficiale del Consiglio Costituzionale francese

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 205470863 LCCN: n50039406