Arlena di Castro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arlena di Castro
comune
Arlena di Castro – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Viterbo-Stemma.png Viterbo
Amministrazione
Sindaco Publio Cascianelli (centrosinistra) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 42°27′49″N 11°49′17″E / 42.463611°N 11.821389°E42.463611; 11.821389 (Arlena di Castro)Coordinate: 42°27′49″N 11°49′17″E / 42.463611°N 11.821389°E42.463611; 11.821389 (Arlena di Castro)
Altitudine 260 m s.l.m.
Superficie 21,87 km²
Abitanti 903[1] (31-12-2010)
Densità 41,29 ab./km²
Frazioni Colle Civitella
Comuni confinanti Cellere, Piansano, Tessennano, Tuscania
Altre informazioni
Cod. postale 01010
Prefisso 0761
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 056002
Cod. catastale A412
Targa VT
Cl. sismica zona 2B (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 883 GG[2]
Nome abitanti arlenesi
Patrono san Rocco
Giorno festivo 16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Arlena di Castro
Posizione del comune di Arlena di Castro nella provincia di Viterbo
Posizione del comune di Arlena di Castro nella provincia di Viterbo
Sito istituzionale

Arlena di Castro è un comune di 901 abitanti della provincia di Viterbo, dista dal capoluogo circa 35 km.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Centro agricolo dei monti Volsini, sul versante sudoccidentale dell'apparato vulcanico, solcato da un ventaglio di corsi d'acqua che concorrono a formare il torrente Arrone.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Arlena di Castro, quasi completamente disabitata, e ridotta ad una Roccaccia, fu praticamente rifondata nella seconda metà del secolo XVI, per volontà del cardinale Alessandro Farnese, Juniore, (Valentano 1520 - Roma 1589, nipote di papa Paolo III) che nel 1573 vi insediò alcune famiglie provenienti da Allerona, nei pressi di Orvieto, concedendo loro terreni ed esenzioni fiscali. Il tutto come appare dall'Archivio di Castro, conservato presso la Biblioteca Comunale di Valentano.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'agricoltura produce soprattutto frumento ed olive; diffuso è l'allevamento di ovini anche se in diminuzione, dovuta soprattutto alla crisi del settore. Da registrare inoltre da un ventennio circa la diffusione sempre maggiore delle coltivazioni orticole in serra e campo aperto quali pomodoro, asparago, melone, cocomero e peperone. Dopo una veloce ascesa negli anni 70/90 delle coltivazioni di tabacco, attualmente viene registrato un significativo calo dovuto soprattutto alle richieste di mercato. Nel territorio vi sono inoltre attive alcune cave di pietra pomice.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Viterbo, Arlena di Castro passò dalla provincia di Roma a quella di Viterbo.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2011 in carica Publio Cascianelli Lista Civica Sindaco

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]