Arkarua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Arkarua
Arkarua.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno  ? Animalia
Phylum  ? Vendozoa
Genere Arkarua
Specie A. adami

L'arkarua (Arkarua adami) è un enigmatico organismo vissuto nel Proterozoico superiore (Ediacarano, circa 550 milioni di anni fa), forse affine agli echinodermi. Le sue impronte fossili sono state rinvenute nelle Flinders Ranges in Australia.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

I fossili di questo organismo sono simili a un disco, e conservano quella che sembra essere una regione centrale con cinque lobi; questi lobi sono stati interpretati come fosse ambulacrali, caratteristiche degli echinodermi. Sfortunatamente, i fossili sono stati ritrovati in arenarie che non permettono la conservazione dei dettagli dell’anatomia interna. Non vi è traccia di uno stereoma (il sistema vascolare tipico degli echinodermi) né di alcun altra struttura tipica di ricci e stelle di mare.

Affinità[modifica | modifica sorgente]

A causa della sua struttura “a pentagono”, l’arkarua è stata considerata un arcaico rappresentante degli echinodermi. Tuttavia, l’assenza di qualunque altra struttura chiaramente riconducibile al gruppo delle stelle marine e dei ricci di mare pone dubbi sull’effettiva appartenenza dell’arkarua agli echinodermi. Questo fossile, quindi, è considerato incertae sedis.

Significato del nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome Arkarua deriva da quello di un serpente mitologico, caratteristico della cultura degli aborigeni che vivono nei pressi delle Flinders Ranges, dove sono stati trovati i resti dell’organismo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gehling, J.G. 1987. Earliest known echinoderm — a new Ediacaran fossil from the Pound Subgroup of South Australia. Alcheringa 11:337-345.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Paleontologia Portale Paleontologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paleontologia