Aristotele detective

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aristotele detective
Titolo originale Aristotle Detective
Autore Margaret Doody
1ª ed. originale 1978
Genere romanzo
Sottogenere giallo storico
Lingua originale inglese
Ambientazione 330 a.C.
Personaggi Stefanos, Aristotele, Filemone, Polignoto, Euticleide, Archimeno
Seguito da Aristotele e il giavellotto fatale

Aristotele detective (titolo originale Aristotle Detective) è un romanzo del 1978 di Margaret Doody, un giallo storico ambientato ad Atene nel 330 a.C. al tempo della conquista dell'impero persiano da parte di Alessandro il Grande.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il giovane ateniese Stefanos figlio di Nichiarco, è rimasto recentemente orfano di padre, e adesso - in assenza di altri parenti uomini più anziani - è a capo della sua famiglia.

Arrovellandosi per i problemi economici lasciati dalla morte del padre, che rischiano di compromettere il suo possibile futuro matrimonio, una notte, non riuscendo a dormire, Stefanos esce di casa per una passeggiata ed è così fra i primi ad entrare nella stanza dove è stato commesso un orribile delitto.

Grazie all'aiuto di Aristotele di Stagira, suo maestro al celebre Liceo, Stefanos scagiona il cugino Filemone dall'accusa di omicidio del ricco cittadino ateniese Boutades scoprendo il vero colpevole Polignoto.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]