Aristide Leonori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aristide Leonori (Roma, 28 luglio 1856Roma, 30 luglio 1928) è stato un ingegnere italiano.

Figlio di Rafael Leonori ed Anna Ianari, ricevette la sua prima istruzione grazie all'opera di un sacerdote, fino a quando non entrò nel Collegio Romano all'età di 8 anni[1]. Nel 1875, all'età di diciannove anni si diplomò e cinque anni dopo si laureò in ingegneria edile[2],si affidò spesso alla collaborazione del suo caro amico l'ingegnere Gioacchino Luigi Mellucci . Intraprese una lunga attività di progettazione di edifici religiosi, che lo portarono non solo ad essere apprezzato a livello nazionale ma anche oltre oceano. Quando don Luigi Guanella decise di edificare la Basilica di San Giuseppe al Trionfale nell'omonimo quartiere romano, affidò la commessa al Leonori. La Basilica venne in seguito prescelta per celebrare il 50º anniversario del sacerdozio di Papa Pio X con una messa solenne alla cui funzione presenziò in qualità di assistente lo stesso architetto[3]. Leonori progettò successivamente altre chiese sia in Italia che in tutto il mondo, in particolare in Nuova Zelanda, Inghilterra, Eire, Australia e USA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aristide Leonori (1856-1928)
  2. ^ ibid.
  3. ^ Joan Carroll Cruz ,Saintly Men of Modern Times, pag. 49