Ariosoma balearicum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Grongo delle Baleari
Ariosoma balearicum1.jpg
Ariosoma balearicum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Elopomorpha
Ordine Anguilliformes
Sottordine Congroidei
Famiglia Congridae
Sottofamiglia Bathymyrinae
Genere Ariosoma
Specie A. balearicum
Nomenclatura binomiale
Ariosoma balearicum
(Delaroche,, 1809)
Sinonimi

Ariosoma impressa (Poey, 1860)
Ariosoma minor Howell Rivero, 1934
Ariosoma somaliense Kotthaus, 1968
Conger auratus Costa, 1844
Conger balearicus (Delaroche, 1809)
Conger cassini (Risso, 1810)
Conger impressus Poey, 1860
Congermuraena balearica (Delaroche, 1809)
Congrellus balearicus (Delaroche, 1809)
Congromuraena balearica (Delaroche, 1809)
Congromuraena impressa (Poey, 1860)
Echelus ciuciara Rafinesque, 1810
Helmichthys diaphanus Costa, 1844
Leptocephalus affinis Facciolà, 1883
Leptocephalus eckmani Strömman, 1896
Leptocephalus ekmani Strömman, 1896
Leptocephalus inornatus Facciolà, 1883
Leptocephalus marginatus Kaup, 1856
Leptocephalus microphthalmus Beebe & Tee-Van, 1928
Leptocephalus rex Eigenmann & Kennedy, 1902
Leptocephalus taenia Kaup, 1856
Muraena balearica Delaroche, 1809
Muraena cassini Risso, 1810
Ophiosoma impressus (Poey, 1860)
Ophisoma acuta Swainson, 1839
Ophisoma balearicum (Delaroche, 1809)
Ophisoma impressus (Poey, 1860)

Ariosoma balearicum, conosciuto come grongo delle Baleari, è una specie di pesce anguilliforme della famiglia Congridae.

Habitat e distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Nonostante il nome derivi dall'area delle isole Baleari, questa specie di grongo è reperibile nell'Oceano Atlantico orientale, dal sud del Portogallo fino all'Angola, nel Mar Mediterraneo, nell'Oceano Atlantico occidentale dal North Carolina fino al Golfo del Messico, nell'Oceano Indiano occidentale e nel Mar Rosso, su fondali mobili, tipicamente sabbiosi, fino a oltre 700 metri di profondità.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Corpo di forma allungata, tipica degli anguilliformi, di colore grigio-bruno, bocca piccola. Pinne pelviche assenti, pinna dorsale lungo tutto il corpo che inizia in corrispondenza delle pinne pettorali. Pinna dorsale e pinna anale con bordature nere. Fino a 50 centimetri.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie tipicamente notturna, spesso reperibile infossata nella sabbia.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di altri pesci e di crostacei.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Egidio Trainito, Atlante di flora e fauna del Mediterraneo, 2004ª ed., Milano, Il Castello, 2004, ISBN 88-8039-395-2.
  • Patrick Louisy in Trainito, Egidio (a cura di), Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo, Milano, Il Castello, 2006, ISBN 88-8039-472-X.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci