Arietidi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cielo dell'est alle 5:00 UTC del 7 giugno del 2000, da una latitudine mediamente a nord, osservando le Arietidi.

Le Arietidi sono uno sciame meteorico che è visibile ogni anno dal 22 maggio al 2 luglio, con il picco il 7 giugno. Lo sciame durante il picco raggiunge uno ZHR di 60. La loro sigla internazionale è ARI[1]. Le Arietidi sono con le Zeta Perseidi lo sciame meteorico diurno più intenso.

Questo sciame fu scoperto dal radiotelescopio di Jodrell Bank in Inghilterra durante l'estate del 1947. Il corpo progenitore dello sciame è ancora sconosciuto, sebbene alcuni studiosi abbiano avanzato l'ipotesi che possa essere stato originato dall'asteroide 1566 Icarus. La vicinanza del radiante al Sole fa sì che sia molto difficile vedere visualmente meteore appartenenti a questo sciame: il momento migliore per vederne è ad aurora iniziata.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Table 7 Working list of cometary meteor showers, pag 713

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare