Ariamne II di Cappadocia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ariamne II (in greco Aριάμνης) (... – 230 a.C.) governatore e re della Cappadocia dal 280 a.C. circa al 230 a.C., successe al padre Ariarate II.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ottenne nel 256 a.C. da Antioco II di Siria l'indipendenza del suo regno, governando insieme al figlio Ariarate III, fino al 230 a.C. Favorì l'ellenizzazione ed è ritenuto il fondatore dello stato di Cappadocia.

Egli fu probabilmente il primo ad ottenere l'indipendenza della Cappadocia dal impero seleucide.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Diodoro Siculo, Bibliotheca, xxxi. 3

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re di Cappadocia Successore
Ariarate II 256 a.C. - 230 a.C. (con Ariarate III) Ariarate III