Arghandab

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiume Arghandab
Fiume Arghandab
Soldati guadano il fiume Arghandab
Stato Afghanistan Afghanistan
Lunghezza 400 km
Nasce presso Ghazni, Hazarajat
Sfocia Helmand

L'Arghandab è un fiume dell'Afghanistan, lungo 400 km. Nasce nell'Hazarajat, presso la città di Ghazni, e scorre in direzione sud-ovest fino a confluire nel fiume Helmand presso Lashkar Gah, 30 km a valle di Girishk.

Nella parte bassa del corso del fiume l'acqua, nonostante sia leggermente salata ad effetto della fortissima evaporazione (attraversa un territorio desertico estremamente caldo ed arido), viene ampiamente sfruttata per l'irrigazione e la valle è coltivata e popolata.

Non è chiaro se l'antico Arachotus sia riconducibile all'Arghandab o al suo principale affluente, il Tarnak, che gli scorre parallelo. Le rovine a Ulan Robat, che si suppone rappresentino la città di Arachosia, sorgono nel suo bacino; il lago conosciuto come Ab-i-Istada, probabilmente il lago Arachotus, è vicino alla sorgente del Tarnak, sebbene non comunichi con questo. Sul Tarnak sorge una diga che ha la funzione di poter regolare l'irrigazione e nella stagione estiva diventa quasi asciutto.

L'agricoltura viene praticata molto lungo il fiume, tuttavia la popolazione non è elevata. La strada principale che collega Kabul a Kandahar percorre queste zone e gli abitanti vivono lontani dall'arteria per evitare i pesanti compiti dell'ospitalità. Nel 2008 è partito un progetto per riattivare la diga di Dahla.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]