Argentinidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Argentine
Argentina elongata (no common name).gif Argentina silus.jpg
Sopra Argentina elongata,
sotto Argentina silus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Osmeriformes
Famiglia Argentinidae

La famiglia Argentinidae comprende 27 specie di pesci d'acqua salata comunemente conosciuti come Argentine, appartenenti all'ordine Osmeriformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Queste specie sono diffuse nelle acque temperate di tutti gli oceani, e alcune specie anche nel Mediterraneo. Vivono nei fondali fangosi.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Le argentine sono pesci dal corpo affusolato, sottile, con occhi molto grandi. Le pinne sono piccole e proporzionate. È presente la pinna adiposa.
Il nome latino lascia chiaramente trasparire la caratteristica principale di questa famiglia: la splendida colorazione argentea: Argentinidae deriva infatti dalla parola latina Argentum, argento. La livrea è grigio-argentea, con riflessi metallici. Alcune specie presentano anche delicati riflessi rosa e verdi.
Le dimensioni variano da 6 cm (Glossanodon mildredae) a 70 cm (Argentina silus).

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Nel Mediterraneo e in Italia la specie più conosciuta della famiglia è Argentina sphyraena, pescata per le sue carni, molto delicate, tuttavia altre specie sono pescate nel resto del mondo.

Usi industriali[modifica | modifica sorgente]

La pelle, le scaglie e la vescica natatoria di alcune specie sono utilizzate per fabbricare un colorantemadreperlaceo, molto utilizzato nella produzione delle perle artificiali.

Specie[modifica | modifica sorgente]

La famiglia è suddivisa in due generi:

Argentina striata

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci