Argentavis magnificens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Argentavis magnificens
Stato di conservazione: Fossile
Immagine di Argentavis magnificens mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Accipitriformes
Famiglia Teratornithidae
Genere Argentavis
Campbell & Tonni, 1980
Specie A. magnificens
Nomenclatura binomiale
Argentavis magnificens
Campbell & Tonni, 1980

L'argentavis (Argentavis magnificens Campbell & Tonni, 1980) è il più grande uccello volatore mai scoperto. Questo uccello ormai estinto il cui nome significa "magnifico uccello argentino", visse alla fine del Miocene (6 milioni di anni fa) nella parte centrale e meridionale del Sud America in particolare nei territori dell'attuale Argentina, dove un buon numero di fossili sono stati rinvenuti.

I fossili di argentavis finora rinvenuti sono incompleti e frammentari, un omero e parte del cranio sono le parti più complete, per ricostruire le sembianze e le dimensioni dell'animale, gli studiosi le hanno confrontate con uno dei suoi parenti più prossimi, il Teratornis merriami, le stime indicano un'apertura alare di 7 m, quindi più grande dell'Harpagornis moorei vissuto dal Pleistocene all'Olocene in Nuova Zelanda, mentre l'uccello vivente con la maggiore apertura alare, è l'albatro urlatore che arriva a 3,5 m. La specie apparentemente era robusta, il peso stimato era di 70 kg, l'altezza a 1,5 m e le gambe e i piedi erano grandi e gli hanno consentito di camminare con facilità. Il becco era grande e piuttosto sottile, e aveva una punta uncinata ricurva. Nonostante la grande apertura alare, la massa muscolare per sostenere un tipo di volo battente era troppo ridotta rispetto al peso totale, perciò si ritiene che si limitasse a spiccare il volo dalle alture per poi compiere un volo planato sfruttando le correnti ascensionali. L'argentavis aveva possenti artigli che utilizzava per portare al nido grosse prede e per strappare pezzi di carne. Infatti questo uccello era carnivoro e poteva comportarsi sia da predatore che da saprofago. Si pensa anche che l' argentavis possedesse un collare di piume intorno al collo per proteggersi dal freddo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Campbell, Kenneth E. Jr. & Tonni, E.P. (1980): A new genus of teratorn from the Huayquerian of Argentina (Aves: Teratornithidae). Contributions in Science, Natural History Museum of Los Angeles County 330: 59–68.
  • Campbell, Kenneth E. Jr. & Tonni, E.P. (1983): Size and locomotion in teratorns. Auk 100 (2): 390–403. DjVu fulltext PDF fulltext
  • Meunier, K. (1951): Korrelation und Umkonstruktionen in den Größenbeziehungen zwischen Vogelflügel und Vogelkörper. Biologia Generalis 19: 403–443.
  • Palmqvist, Paul & Vizcaíno, Sergio F. (2003): Ecological and reproductive constraints of body size in the gigantic Argentavis magnificens (Aves, Theratornithidae) from the Miocene of Argentina. Ameghiniana 40 (3): 379–385. PDF fulltext
  • Wellnhofer, Peter (1996): The Illustrated Encyclopedia of Pterosaurs. Barnes and Noble Books, New York. ISBN 0-7607-0154-7
  • Vizcaíno, Sergio F.; Palmqvist, Paul & Fariña, Richard A. (2000): ¿Hay un límite para el tamaño corporal en las aves voladoras?. Encuentros en la Biología 64 HTML fulltext
  • Veronica Ross, Dinosauri, le creature più terrificanti della Terra, RL Gruppo Editoriale Srl, 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]