Area intermedia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'area intermedia è un'area geografica dell'America centrale, caratterizzata dal punto di vista archeologico, all'arrivo degli spagnoli, dalla presenza di chiefdom, a differenza delle società stato delle altre civiltà precolombiane[1].

La regione è compresa tra la Mesoamerica e le Ande centrali e comprende parte del territorio di Honduras, e tutti i territori di Nicaragua, Costa Rica, Panamá, Colombia, Venezuela, ed Ecuador.

Questa zona culturale è stata varie volte considerata[senza fonte] come una specie di "blocco culturale" , che contribuì poco allo sviluppo delle maggiori civiltà precolombiane, mentre in altri casi [senza fonte] si è data maggior importanza alle culture in questa regione, in quanto potrebbero aver facilitato la trasmissione di conoscenze di vario genere tra i gruppi Maya, Aztechi e Inca situati a nord e a sud di essi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gordon R. Willey, An Introduction to American Archaeology, Vol. 2: South America, 1971.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]