Area di Traube

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Area di Traube
Gray1220.png
Sono indicate linee di superficie di riferimento della parte anteriore del torace e dell'addome. (Lo spazio di Traube non è indicato, ma si trova nella regione dell'ipocondrio sinistro)
Illu spleen.jpg
Milza

Lo spazio semilunare di Traube è una regione anatomica di importanza clinica. Rappresenta un'area di parete toracica in diretto rapporto con la parete anteriore dello stomaco (parete toracica di sinistra), ed in particolare coincide con la porzione fundica di quest'ultimo. È uno spazio a forma di mezzaluna con la convessità rivolta in alto e a sinistra. I limiti dello spazio sono dati dal bordo inferiore del polmone sinistro, dal bordo anteriore della milza, dal margine costale sinistro e infine dal margine inferiore del lobo sinistro del fegato. Sulla superficie corporea si proietta in un'area compresa tra la sesta costola sinistra superiormente, la linea ascellare anteriore sinistra lateralmente, ed il margine costale sinistro inferiormente.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

L'area prende il nome dal medico tedesco Ludwig Traube, anche se questo segno fu descritto per primo da un allievo della sua scuola nel 1868.[1] Un metodo simile per valutare la splenomegalia è stato descritto da Donald O. Castell nel 1967 (cosiddetto segno di Castell).

Percussione e splenomegalia[modifica | modifica sorgente]

La milza umana normalmente misura circa 125 millimetri di lunghezza. In caso di aumento di dimensioni si parla di splenomegalia, che rappresenta un importante segno clinico. Ci sono due possibilità per valutare clinicamente una sospetta splenomegalia: la percussione e la palpazione.[2] La percussione può essere eseguita in questo spazio.

L'interesse semiologico di quest'area è dovuto al fatto che subito al di sotto dello spazio di Traube si trova una regione dello stomaco che di norma è piena di gas e che alla percussione produce un suono timpanico. Questo timpanismo scompare o si riduce ed alla percussione si ottiene un suono di tipo ottuso in caso di splenomegalia, versamento pleurico sinistro, cardiomegalia, versamento pericardico, nei tumori del fundus e retrogastrici, della borsa omentale e nei tumori retroperitoneali posterosuperiori. Si deve comunque tenere presente che il reperire nell'area di Traube una certa ottusità alla percussione può anche essere un reperto normale dopo un pasto. Inoltre valutare questo segno semeiologico in soggetti obesi può essere discretamente difficile.

In letteratura medica sono numerosi gli studi che hanno cercato di valutare l'utilità dell'apprezzamento di questo segno nella diagnosi di splenomegalia.[3][4][5][6][7][8][9] Nel 1993 una revisione sistematica effettuata dalla The Rational Clinical Examination, ha trovato che il test di percussione, effettuato per rilevare una splenomegalia, ha una sensibilità e una specificità del 62% e 72%, rispettivamente. La specificità può essere maggiore se il paziente non ha mangiato nelle ultime due ore.[10]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ SA. Grover, AN. Barkun; DL. Sackett, The rational clinical examination. Does this patient have splenomegaly? in JAMA, vol. 270, nº 18, novembre 1993, pp. 2218-21, PMID 8411607.
  2. ^ MH. Godfried, E. Briët, [Physical diagnosis--percussion and palpation of the spleen]. in Ned Tijdschr Geneeskd, vol. 144, nº 5, gennaio 2000, pp. 216-9, PMID 10682648.
  3. ^ S. Sullivan, R. Williams, Reliability of clinical techniques for detecting splenic enlargement. in Br Med J, vol. 2, nº 6043, ottobre 1976, pp. 1043-4, PMID 990753.
  4. ^ AN. Barkun, M. Camus; L. Green; T. Meagher; L. Coupal; J. De Stempel; SA. Grover, The bedside assessment of splenic enlargement. in Am J Med, vol. 91, nº 5, novembre 1991, pp. 512-8, PMID 1951414.
  5. ^ AN. Barkun, M. Camus; T. Meagher; L. Green; L. Coupal; J. De Stempel; SA. Grover, Splenic enlargement and Traube's space: how useful is percussion? in Am J Med, vol. 87, nº 5, novembre 1989, pp. 562-6, PMID 2683766.
  6. ^ DO. Castell, The spleen percussion sign. A useful diagnostic technique. in Ann Intern Med, vol. 67, nº 6, Dic 1967, pp. 1265-7, PMID 6061941.
  7. ^ RK. Nixon, The detection of splenomegaly by percussion. in N Engl J Med, vol. 250, nº 4, gennaio 1954, pp. 166-7, DOI:10.1056/NEJM195401282500407, PMID 13119867.
  8. ^ DS. Chongtham, MM. Singh; SP. Kalantri; S. Pathak, Accuracy of palpation and percussion manoeuvres in the diagnosis of splenomegaly. in Indian J Med Sci, vol. 51, nº 11, novembre 1997, pp. 409-16, PMID 9567500.
  9. ^ DS. Chongtham, MM. Singh; SP. Kalantri, Traube's space percussion for detection of splenomegaly. in J Assoc Physicians India, vol. 44, nº 7, Lug 1996, p. 508, PMID 9282624.
  10. ^ S. Dubey, A. Swaroop; R. Jain; K. Verma; P. Garg; S. Agarwal, Percussion of Traube's space--a useful index of splenic enlargement. in J Assoc Physicians India, vol. 48, nº 3, marzo 2000, pp. 326-8, PMID 11229121.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Giuseppe Anastasi, Giuseppe Balboni, Pietro Motta, Trattato di anatomia umana vol. 1, Milano, Edi Ermes, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]