Sovana (sito archeologico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Area archeologica di Sovana)

Coordinate: 42°39′30.3″N 11°38′03.7″E / 42.658417°N 11.634361°E42.658417; 11.634361

Sovana
Sovana
Tomba della SirenaPlanimetria_Rofalco.jpg
Tomba della SirenaPlanimetria_Rofalco.jpg
Civiltà etrusca
Localizzazione
Stato Italia Italia
Provincia Grosseto

Sovana è un sito archeologico si trova a ovest dell'abitato, lungo la strada che conduce a San Martino sul Fiora, ed è raggiunta anch'essa dalle spettacolari Vie Cave che la collegano alle altre necropoli della zona, nel suggestivo scenario del Parco archeologico del Tufo.

Sovana, oltre ad aver fornito testimonianze eneolitiche, si sviluppò principalmente in epoca etrusca; le tombe monumentali presenti nella zona sono un centinaio.

Notevoli esempi sono la tomba della Sirena, a edicola, in località Poggio di Sopra Ripa, la tomba del Tifone sul poggio Stanziale, la grotta Pola sul poggio Prisca e, soprattutto, la monumentale tomba Ildebranda sul poggio Felceto.

Lungo la strada che conduce dall'abitato di Sovana a San Martino sul Fiora, è possibile raggiungere i ruderi di un oratorio rupestre dalle origini storiche incerte che si presenta scavato nel tufo con una grande croce graffita sul soffitto.

Tomba Ildebranda[modifica | modifica sorgente]

La tomba Ildebranda, completamente scavata nella roccia, si presenta come un tempio monumentale con porticato a sei colonne che poggiano su un podio con due scalinate laterali; la camera funeraria è raggiungibile attraverso un lungo corridoio centrale in discesa. Contrariamente a quanto sostenuto da molti, la tomba fu storicamente individuata (per la parte emergente dal terreno) e descritta dallo storico George Dennis gia' nel suo viaggio in Etruria del 1843. Lo stesso descrive nel suo famoso libro "Cities and cemiteries of Etruria vol I" la struttura esterna della monumentale tomba denominandola erroneamente tomba Pola, probabilmente dietro indicazioni delle genti dell'epoca. Nello stesso capitolo la tomba che oggi è conosciuta come "della Sirena" venne descritta e raffigurata dal Dennis e denominata tomba della Fontana.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]