Ardops nichollsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Immagine di Ardops nichollsi mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Phyllostomidae
Sottofamiglia Stenodermatinae
Tribù Stenodermatini
Genere Ardops
Miller, 1906
Specie A.nichollsi
Nomenclatura binomiale
Ardops nichollsi
Thomas, 1891
Sinonimi

A.annectens

Areale

██ A.n.nichollsi

██ A.n.annectens

██ A.n.koopmani

██ A.n.luciae

██ A.n.montserratensis

Ardops nichollsi (Thomas, 1891) è un pipistrello della famiglia dei Fillostomidi, unica specie del genere Ardops (Miller, 1906), diffuso nelle Piccole Antille.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 60 e 73 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 42,5 e 51,9 mm, la lunghezza del piede tra 12,6 e 18 mm, la lunghezza delle orecchie tra 16 e 18 mm e un peso fino a 18,7 g.[3]

Caratteristiche craniche e dentarie[modifica | modifica wikitesto]

Il cranio è largo con un rostro corto e moderatamente appiattito. La cresta sagittale è ben sviluppata. Le creste sopra-orbitali e il processo post-orbitale sono robusti. Gli incisivi superiori sono corti e robusti. Il terzo molare inferiore è piccolo.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 2 1 2 2 1 2 3
3 2 1 2 2 1 2 3
Totale: 32
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è lunga e densa. Il colore del dorso varia dal marrone scuro al bruno-nerastro, con i singoli peli marrone scuro alla base, giallo-brunastro al centro e marroni all'estremità. Sono presenti delle macchie bianche alla giunzione dell'ala sul corpo. Le parti ventrali sono brunastre brillanti, con dei riflessi bianco-grigiastri. Le membrane alari e l'uropatagio sono marroni scure. Il muso è corto. Le orecchie sono di dimensioni normali, marroni chiare con i margini giallastri. Il trago è corto, triangolare e giallastro. La foglia nasale è formata da una porzione anteriore rotonda e una posteriore lanceolata. L'uropatagio è limitato ad una banda lungo gli arti inferiori ed è ricoperto di peli, mentre la coda è assente.

Sottospecie[4]       Lunghezza dell'Avambraccio Lunghezza della testa e del corpo       Peso      
A.n.nichollsi 42,5–44,9 mm 60–73 mm 13-16 g
A.n.annectens 48.1-49.8 mm 61-68 mm 12.6-14.6 g
A.n.koopmani 47.3-50.5 mm 65-70 mm 16-17 g
A.n.luciae 45-48.1 mm 65 mm 12.6 g
A.n.montserratensis 51.1-51.9 mm 69-72 mm 17-18 g

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia sugli alberi e nella vegetazione.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di frutta. Viene considerato un importante disseminatore ed impollinatore.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Femmine attive riproduttivamente sono state catturate in primavera. Un'altra catturata in aprile stava allattando. Danno alla luce un piccolo alla volta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nelle Piccole Antille dall'isola di Sint Eustatius a nord, fino a Saint Vincent a sud.

Vive nelle foreste pluviali. Alcuni individui sono stati catturati lungo le ferrovie e in boschi di piante di cacao.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sono state riconosciute 5 sottospecie:

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerata l'abbondanza all'interno dell'areale ristretto, classifica A.nichollsi come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Dávalos, L. & Rodriguez, A. 2008, Ardops nichollsi in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Ardops nichollsi in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Novak, 1999, op. cit.
  4. ^ J.Knox Jones & A.Schwartz, Synopsis of Bats of the Antillean Genus Ardops in Proceedings of the U.S.National Museum, vol. 124, nº 3634, 1967.
  5. ^ K.C.Lindsay & Al., First record of Ardops nichollsi from Antigua, Lesser Antilles in Mammalia, vol. 74, 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J.Knox Jones & Hugh H.Genoways, Ardops nichollsi in Mammalian Species, nº 24, 1973.
  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi